Come scegliere il miglior smartphone per foto perfette tra Android ed iPhoneLa fotografia è una delle ragioni principali per cui i produttori continuano costantemente a migliorare l’efficienza della fotocamera dei loro telefoni. Perché? Uno smartphone con una buona fotocamera vende di più. Punto. Smartphone e fotografia rappresentano infatti un connubio determinante per molti utilizzatori di dispositivi mobili e ora che le specifiche delle fotocamere di questi dispositivi sono state notevolmente migliorate, sempre più persone vogliono sapere quale modello di fotocamera per smartphone è in grado di acquisire immagini migliori.

Capiamo quindi come si fa a scegliere uno smartphone per fotografia, ma prima, per fare la scelta giusta, è necessario fare una premessa importante: cos’è la fotografia mobile e quali esigenze porta con sé?

 

Cos’è la fotografia mobile?

Per fotografia mobile si intende la cattura di foto tramite il telefono cellulare. La tecnologia nelle fotocamere per smartphone è in grado di offrire agli utenti il privilegio di scattare foto di qualità elevata che possono essere caricate e condivise su Internet o modificare le immagini con mille possibilità creative.

Per quanto avanzata possa essere, la fotografia mobile non è comunque ancora in grado di eguagliare la qualità delle Reflex o delle moderne mirrorless di fascia alta. Le foto scattate con queste macchine, restano infatti sensibilmente superiori a quelle realizzate con uno smartphone.

Una DSLR resta quindi la miglior scelta per creare foto di elevata qualità, per contro, non è una spesa che tutti sono disposti  ad affrontare, o semplicemente, non è un oggetto che tutti sono interessati ad avere. La maggior accessibilità degli smartphone e la sempre crescente attenzione che i brand rivolgono al comparto fotografico dei loro telefoni, li rende perciò una più valida ed appetibile alternativa.

 

Quale telefono monta la migliore fotocamera

Confrontando le varie classifiche degli smartphone con la miglior fotocamera pubblicate dai portali specializzati più importanti nei settori telefonia e fotografia, questa è la lista dei modelli reputati migliori.

  • Apple. iPhone 8 Plus e versioni successive sono popolari per la loro funzione di zoom di qualità superiore
  • Google. I modelli della serie Google Pixel XL sono considerati i migliori per qualità generale della fotocamera.
  • Asus. Gli Zenfones 3 e 4 sono popolari per chi cerca un cameraphone economico.
  • Samsung. La serie Galaxy S8 è la migliore per i selfie ed il nuovo Galaxy Note 8 è uno dei migliori.
  • LG. Il G6 è il più apprezzato per la fotografia paesaggistica
  • Huawei. Il P10 e versioni successive sono anch’essi tra i migliori
  • Sony. La serie Xperia XZ è segnalata come una delle più riuscite per qualità fotografica

 

Attualmente, questi sono gli smartphone con le migliori fotocamere. Per maggiori dettagli, vedi la classifica di Fotocamerapro.it con un confronto dettagliato tra obiettivi, tipologia di fotocamere, risoluzioni e tipologie di autofocus dei singoli modelli.

 

Come scegliere il miglior smartphone per fotografia

Per scegliere correttamente quale acquistare, ci sono alcune importanti caratteristiche da considerare. Due in particolare sono determinanti e sono l’aspetto tecnico e il budget, ovvero quanto siamo disposti a spendere.

 

Aspetto tecnico

Tecnicamente parlando, questi sono i parametri prioritari e più importanti da valutare nell’acquisto di uno smartphone per fotografia.

 

Processore

Il processore è la prima cosa da guardare. Quanto è potente? Con quale efficienza è in grado di processare le immagini? Non importa infatti quanto potente sia la fotocamera, se il processore non è in grado di elaborare in modo veramente performante, la qualità generale sarà comunque scadente.

Questi sono alcuni dei migliori processori più diffusi montati sui camera phone top di gamma.

 

  • Qualcomm Snapdragon 835 – Supporta fotocamere da 32MP o i dual camera da 16MP ed è il processore più capace realizzato per i Samsung Galaxy S8 ed S8 Plus, oltre che per il Samsung Galaxy Note 8 e l’Asus Zenfone 4 Pro.
  • Qualcomm Snapdragon 821 – Più economico del 835, lo è comunque molto potente e più alla portata (economicamente parlando). L’Asus Zenfone 3 Deluxe ed i Google Pixel e Pixel XL sono tra i modelli che montano questo processore. I processori sotto a questo, sono già vecchi, scegli quindi uno smartphone che abbia un processore almeno da 820 in su.
  • Samsung Exynos 8895 – Prima dello Snapdragon 835, il Samsung Exynos 8895 è un processore molto veloce e capace che supporta camere fino a 28MP.
  • Apple A10 e A11 Bionic – Sono i processori di Apple Apple. iPhone X ad esempio, è alimentato da un processore A11 Bionic a 6 core, così come gli iPhone 8 e 8 Plus. Il processore ha 6 core: 2 ad alte prestazioni e 4 energeticamente più efficienti. L’A11 è molto più veloce dell’A10, che tuttavia resta abbastanza veloce ed ancora utilizzato.
Leggi anche:  5G: Huawei, Apple e Xiaomi nell'occhio del ciclone, ecco le ultime novità

 

Memoria

La capacità di memoria è importante e influisce sulla quantità di file che potremo salvare e conservare. Immagini e video, se prodotti regolarmente, possono diventare, da soli, abbastanza grandi da utilizzare l’intero spazio di memoria (se poi vi piace scaricare app, la memoria gioca un ruolo ancora più determinante).

Controlla quindi la capacità della memoria ROM e della RAM. La prima fa riferimento alla capacità di archiviazione interna, mentre la seconda è il luogo in cui i processi vengono archiviati quando si esegue un’applicazione. Per un’ottima RAM cercheremo un 6 GB, mentre le ROM ad alta capacità vanno dai 64 ai 256 GB. La capacità di archiviazione, influisce tuttavia anche sul prezzo. Cercate quindi un compromesso valido che sia coerente con il vostro budget ma che tenga conto di questo aspetto.

 

Fotocamera

La fotocamera e le sue funzioni sono il secondo aspetto tecnico da guardare. Molte marche mostrano numeri sempre maggiori di megapixel e promettono scatti di alta qualità, ma in realtà non è proprio così.

Un’immagine di buona qualità infatti non è data solo dal numero di Megapixel. Ecco quali sono le specifiche da valutare.

Sensore – Il sensore rappresenta il cuore della fotocamera ed ha il compito di percepire la luce, l’elemento più importante per creare una foto. Se il sensore cattura più luce, produce immagini migliori e se lavora bene durante l’acquisizione, saremo in grado di ottenere i risultati della qualità desiderata.

I sensori più grandi catturano più luce rispetto ai più piccoli. Ecco perché una fotocamera da 13 MP con un sensore più piccolo, può fare immagini peggiori di una da 8MP ma con un sensore più grande.

 

Megapixel (MP) – Indica il numero di pixel ed il livello di risoluzione e dettaglio. Più pixel ha una fotocamera, più dettagliata sarà l’immagine e più grande la risoluzione. Una 12MP ad esempio è in grado di stampare immagini perfette fino a 11×24”, oltre questa dimensione, la qualità diminuisce e la foto inizia a mostrare il cosiddetto effetto pixel.

 

Obiettivo – determina principalmente l’apertura e la funzione di zoom. Ogni smartphone differisce nell’obiettivo e in altre tecnologie aggiuntive. La scelta dipenderà da dove avremo maggiormente intenzione di fare foto.

 

Apertura (valore f) – Indica l’apertura nell’obiettivo che controlla la quantità di luce lo attraversa. Il numero indica la dimensione del diaframma (stop). Più piccolo è il valore di f, più ampia è l’apertura, il che si traduce in una ridotta profondità di campo. f / 8 ad esempio è più piccolo di f / 1.4. Una fotocamera con apertura f / 1.7, avrà l’apertura dell’obiettivo più ampia, ergo, potrà ricevere più luce rispetto a un valore di f / 2.2. Se ti piacciono gli effetti bokeh ad esempio, guarda le dimensioni dell’apertura.

 

Zoom – Nelle fotocamere su smartphone esistono due tipi di zoom, digitale e ottico. Il primo è sostanzialmente un software che ritaglia un’area di un’immagine e la ingrandisce a volte risultando in un’immagine pixelata. Il secondo si riferisce alla lente ottica effettiva (hardware) della fotocamera che esegue lo zoom fisico vero e proprio.

L’obiettivo con zoom ottico risulta quindi in un’immagine migliore ed è una scelta preferibile in fase di acquisto.

 

Budget, scegli quello che realmente ti serve

È normale il fatto di guardare sempre prima agli ultimi modelli e ai top di gamma, ma è altrettanto vero che le fotocamere migliori, non sono solo ed esclusivamente sui modelli più costosi.

Se non avete problemi di budget non serve trattenersi, ma se siete altrettanto sicuri che un determinato modello sia buono abbastanza per quello che vi serve (anche se non è l’ultimo modello), quella è la scelta migliore.  La tecnologia usata per produrre i diversi modelli influisce sul prezzo, ma la scelta più intelligente, è comprare solo quello di cui hai realmente bisogno. Spendere di più per qualcosa che non ci serve è semplicemente uno spreco inutile.

Inoltre, i prezzi (soprattutto sull’elettronica), cambiano costantemente. Il cameraphone più costoso oggi potrebbe essere più economico il prossimo mese o tra un anno. Quindi, pianifica il tuo budget. Ci sono in realtà smartphone con ottime fotocamere adatti ad ogni budget. Ogni brand ha modelli top di gamma e altri più economici con funzionalità ugualmente interessanti.

Il migliore cameraphone non deve essere quello più costoso e non tutti i modelli costosi, sono necessariamente gli smartphone con la migliore fotocamera.