Facebook

Nell’ultimo periodo, Facebook non se la sta passando bene, ne per accessi giornalieri, ne per nuovi iscritti e quindi neanche per entrate. Per cercare di migliorare un attimo questa situazione ha deciso progettare una nuova e particolare funzione. Lo scopo ultimo lo ho appena detto, ma, in sé, la nuova funzione che arriverà sulla piattaforma servirà a facilitare la creazione di nuove amicizie.

Si chiama Cose in comune e da come potete intuire, faciliterà l’incontro tra sconosciuti, ma che hanno qualcosa da poter condividere. Il funzionamento, per i normali fruitori, è semplice. È stata aggiunta una nuova riga di testo sopra il nome di una persona quando questa commenta un post pubblico. Nel piccolo riquadro, noi tutti vedremo all’interno una cosa che abbiamo in comune con tale sconosciuto.

 

Facebook e le nuove amicizie

Le informazioni posso essere diverse, come la città di provenienza, un luogo visitato, un autore che piace, qualsiasi cosa. Il social network spera che gli utenti allargano il proprio giro di amicizie così da aumentare potenzialmente le interazioni tra quest’ultimi; questo si può tradurre in più tempo passato sulla piattaforma quindi più entrate.

Leggi anche:  Twitter permetterà a tutti gli utenti di tornare alla timeline cronologica

Ovviamente, uno delle preoccupazioni che può venire a chiunque è sull’uso dell’informazione usata. Facebook assicura che verranno usate solo quelle rese pubbliche da noi all’interno della biografia. Sono le stesse che, sostanzialmente, vengono usate per farci vedere le pubblicità più adeguate ai nostri interessi.

Al momento, la funzione è in fase di test solo su alcuni utenti statunitensi; non ci sono informazioni o prove rispetto a quando ci sarà l’approdo globale.