DAZN: tanti utenti insoddisfatti scelgono IPTV, i rischi sono però enormi

La scorsa settimana DAZN ha ufficialmente fatto il suo ingresso nel mercato italiano. La partita tra Lazio e Napoli ha aperto le danze del nuovo campionato ed anche della nuova piattaforma di streaming.

L’attesa per scoprire questa realtà televisiva era molto alta. Per la prima volta nella nostra nazione, infatti, un match di Serie A andava in onda non attraverso satellite o digitale terrestre, ma attraverso rete internet.

 

I consigli per un uso corretto di DAZN

Dopo le prime partite su DAZN, quella che era una grande attesa si è trasformata in leggero disappunto. Non sono, infatti, mancati i disagi per la visione dei match.

Gli utenti hanno segnalato in particolar modo due problemi: il primo riguardava la qualità delle immagini (mancato HD e bassa definizione), il secondo la qualità dello streaming (con ritardi di visione tra un dispositivo e l’altro ed interruzioni continue).

DAZN si è impegnato in prima linea per cercare di arginare questi difetti di gioventù. Già da ieri, giorno in cui è stata trasmessa in esclusiva Napoli – Milan, si sono avuti dei miglioramenti. I ritardi di connessione tra diverse tipologie di device sembrano essere quasi annullati. Persistono, invece, le difficoltà relative alla resa dello streaming.

Leggi anche:  DAZN, Netflix, Spotify: prosciugano i Giga dei clienti Tim, Wind, Tre e Vodafone

Il portale in questi giorni ha comunicato alcune direttive per una migliore esperienza di visione. In primis, il consiglio è quello di utilizzare la piattaforma preferibilmente su schermi grandi come quelli di computer e smart tv. Allo stesso tempo, data la grande mole di dati necessari, gli utenti dovranno evitare di effettuare operazioni in download o upload durante la visione delle partite.

Il segreto principale per avere DAZN al suo meglio con Super HD e senza interruzioni è  comunque quello di una connessione in Fibra con velocità superiori ai 20 Mbps. Le prestazioni classiche dell’ADSL non garantiscono al 100% una performance ottimale dello streaming.