iPhone Apple display

Il solito argomento sensibile, batterie e la loro durata. Ormai lo sappiamo, gli smartphone moderni hanno questo problema e nonostante l’uscita di processori sempre più efficienti, riuscire ad arrivare a fine giornata con una ricarica è sempre più dura. La colpa è soprattutto da imputare ai display, anche perché stanno diventando sempre più grossi. Usando i pannelli OLED si mitiga il problema per via dell’assenza della retroilluminazione, ma Apple sembrerebbe al lavoro per una tecnologia ancora più efficiente.

A livello di batteria, molti iPhone hanno risultati pessimi e quando invecchiano la situazione diventa veramente drammatica. Secondo un rapporto di IHS Markit, la compagnia potrebbe sostituire i transistor a film sottile a polisilicio a bassa temperatura, LTPS TFT, con quelli a bassa temperatura a policristallino ossido, LTPO. Questa scelta dovrebbe, teoricamente, ridurre il consumo energetico fino al 15%.

Leggi anche:  Smartphone, alcuni trucchi per ricaricarli molto più velocemente

 

Apple e il consumo energetico

Un altro aspetto di questo progetto, vede la società lavorare da sola piuttosto che basarsi sulle solite Samsung e LG. Una cosa che Apple ha cercato di fare negli ultimi anni è quello di iniziare a produrre molti dei componenti di proprio pugno piuttosto che basarsi su altre compagnie. Maggior controllo, potenzialmente meno problemi di sicurezza, spese minori e gestione dei tempi.

Al momento si tratterebbe di un brevetto e non è chiaro quando potremmo vederlo in azione sugli iPhone. Per arrivare al risultare che vogliono, ci sono degli ostacoli tecnici che Apple dovrà superare. Nel caso ci riuscisse sarebbe un gran passo avanti rispetto alle altre compagnie e una miniera d’oro.