sim anonimaUno stock di SIM illegali viene venduto su eBay. Secondo quanto rilevato i prodotti corrotti apparterrebbero agli operatori di rete mobile Vodafone (indirettamente per Lycamobile e Ho Mobile), TIM e Wind. Il giro d’affari di questi venditori è incredibile visto anche il costo della scheda e la promessa del completo anonimato.

 

Schede SIM anonime vendute su eBay

Per settimane si è parlato e straparlato dell’argomento SIM Iliad, aprendo un discorso che si è chiuso solo a seguito di un’indagine da parte del governo e delle autorità competenti del mercato. E proprio mentre questo capitolo sembrava universalmente chiuso ecco spuntare online una nuova agghiacciante notizia. eBay vende SIM anonime.SIM Lycamobile Italia anonimaIl caso è eclatante e lascia sconcerti in merito alla sicurezza generale. Le schede sono completamente anonime. Irrintracciabili. Gli screen che seguiranno mettono in luce un fenomeno malsano. E poco importa la destinazione di utilizzo di questi prodotti visto che i venditori si sono prodigati addirittura ad allegare un messaggio in cui si può leggere che:

“La SIM Lycamobile ricaricabile è nuova, italiana, anonimaattiva e dunque non si deve intestare

L’anonimato per l’acquisto è assoluto e garantito al 100%”

Siamo allo scandalo. Stavolta nel vero senso della parola. La Legge Pisanu viene calpestata a favore di un sistema che facilita gli illeciti e le comunicazioni segrete. Dopo mesi di dibattimenti per le Simbox Iliad si è giunti alla conclusione che non è pio così difficile procurarsi una SIM fasulla intestata ad uno sconosciuto.

Leggi anche:  Ho Mobile: finalmente arriva una fantastica notizia per tutti gli utenti

 

Fake SIM: un fenomeno in crescita che mette paura

Le implicazioni sulla sicurezza sono notevoli ed il rispetto delle leggi lascia il tempo che trova. Invece di concentrarsi su Iliad, fautrice di una campagna straordinaria, sarebbe meglio monitorare e supervisionare tali azioni illecite. I prodotti sono ancora liberamente disponibili online sul sito di e-commerce. Speriamo vengano rimossi al più presto e che si proceda ad un intervento di controllo mirato.

Adesso lasciamo la parola a voi lettori. Diteci pure che cosa ne pensate in merito all’argomento e date spazio a tutta la vostra indignazione al riguardo.