Whatsapp bufala codice strada

Stagione che passa e bufale che si rinnovano. Sembra che su WhatsApp stia diventando virale un messaggio che allarma le persone che da martedì 21 agosto entrerà in vigore il nuovo codice della strada. Totalmente falso!

Eppure la popolare chat ha messo in atto dei provvedimenti per evitare la diffusione massiva di queste “catene di Sant’Antonio”, ma la nuova bufala ormai è sulla bocca di tutti.

Forse non tutti sanno che il Governo Conte vorrebbe introdurre delle norme molto più severe sull’utilizzo dello smartphone in automobile. I criminali che cercano di allarmare inutilmente la popolazione hanno sfruttato la notizia, creando il panico. Ovviamente non sarà martedì 21 agosto 2018 il giorno dell’entrata in vigore della legge. Anzi, il Governo ha solamente discusso della cosa in Parlamento quindi, ferie permettendo, l’eventuale iter di legge si concretizzerà solo da settembre.

 

Whatsapp: ecco il messaggio bufala

Oltre ad avvertire tutti che il fantomatico nuovo codice della strada entrerà in vigore da martedì 21 agosto, si punta l’attenzione proprio sulle multe fino a 680 euro per coloro che utilizzano lo smartphone mentre si è alla guida. Il gioco è fatto, poiché la condivisione tra amici e gruppi parte praticamente in automatico. Ecco di seguito il testo.

Leggi anche:  WhatsApp, ecco come proteggere lo smartphone e salvare spazio in memoria

“Facciamo attenzione. A partire da martedì prossimo entrerà in vigore il nuovo codice della strada. Oggi è stato approvato l’articolo più pesante, ed è giusto così: chiunque verrà sorpreso alla guida del veicolo, anche se è fermo ai semafori o agli stop, con il cellulare o altri apparecchi la sanzione è la seguente: ritiro immediato della patente e una multa da 180 €uro fino a 680 €uro. Quindi stiamo tutti molto attenti, organizziamoci con i viva voce e se indossiamo gli auricolari ricordiamoci che un orecchio deve restare libero. Fai girare a manetta!”.

Se vi state chiedendo se il messaggio nasconde qualche truffa o virus, sappiate che per stavolta potete dormire sogni tranquilli. Però, una cosa ve la chiediamo.

Fermate la diffusione delle fake news non condividendo il messaggio!