Michael Kors ha annunciato il ritorno dell’orologio Runway, ma rivisitato in chiave Smartwatch. Si mira ad offrire un’esperienza iper-personalizzabile con molteplici funzioni, tra cui la misurazione del battito cardiaco, la funzione swimproof, il supporto per i pagamenti, il GPS integrato e così via.

Ci saranno le tre versioni in acciaio inossidabile classiche, e probabilmente anche varianti con cinturino in silicone per chi passa spesso dalla palestra ad una serata con amici. Il progetto per questi smartwatch sarà in collaborazione con Google. Le ultime generazioni della collezione di Michael Kors Access hanno garantito agli utenti la possibilità di esprimere il loro stile rimanendo in contatto con il mondo circostante. Questi nuovi smartwatch punteranno a questo e tanto altro, in un processo di continua innovazione. Ci sarà anche la possibilità di decorare i quadranti con foto tramite My Social, o con sticker del marchio.

Le funzioni del nuovo smartwatch Michael Kors

Il monitoraggio del battito cardiaco permette di monitorare in automatico il battito durante numerosi allenamenti con Google Fit o altre app. La tecnologia Swimproof invece permette di monitorare gli allenamenti resistendo all’acqua se fai la doccia o vai a nuotare. Per quanto concerne i pagamenti potrete effettua acquisti con lo smartwatch abilitato NFC tramite Google Pay, anche se solo in alcuni paesi.

Leggi anche:  Tomtop: due wearable in offerta davvero interessanti da cogliere subito

Mentre il monitoraggio Distanza con GPS permette di lasciare il telefono a casa e uscire. Infatti, il GPS integrato registra in tal caso la distanza percorsa direttamente sul tuo smartwatch. Ci potrebbe essere anche Google Assistant all’interno di questo nuovo device. Lo smartwatch di Michael Kors è anche dotato di tecnologia Wear OS by Google e del processore Qualcomm Snapdragon Wear 2100 SoC.

La collezione Access Runway autunno 2018 di Michael Kors sarà nei negozi Michael Kors, online sul sito ufficiale e nei punti vendita selezionati, a partire da agosto 2018. Ricordiamo che saranno compatibili sia con iOS sia con Android e che tutte le informazioni fornite dall’azienda non sono ancora ufficiali.