Mediaset PremiumIl recente accordo di Mediaset Premium ha finalmente reso orgogliosi tutti i possessori di un abbonamento attivo. Grazie all’intesa con Perform, infatti, l’accesso alla Serie ASerie B non richiederà spese aggiuntive per i moltissimi consumatori pienamente in fiducia dell’azienda italiana.

Gli ultimi mesi sembravano essere pronti a segnare la fine di Mediaset Premium, con la perdita della Champions Leaguedella Serie A e dell’alta definizione, la pay TV sembrava essere destinata a perdere milioni di clienti. Grazie ad un’abile colpo di coda, tuttavia, come un’araba fenice è riuscita a recuperare il terreno perduto sulla concorrenza per mezzo di uno strepitoso accordo.

 

Mediaset Premium: gli utenti sono orgogliosi di poter vedere la Serie A e la Serie B

L’acquisizione dei diritti televisivi per la Serie A e per la Serie non è mai stata travagliata quanto per l’anno corrente. In poche settimane abbiamo effettivamente assistito a vari ribaltamenti di fronte, portando il massimo campionato di calcio prima nelle mani degli spagnoli di MediaPro, sino a vederlo spartito tra Sky e Perform. L’azienda inglese ne detiene effettivamente la maggioranza, circa 230 partite sono in esclusiva, le restanti sono in esclusiva sulla piattaforma DAZN.

Leggi anche:  Mediaset Premium: utenti in festa, il nuovo accordo è il migliore di sempre

Mediaset Premium, originariamente tagliata fuori dalla battaglia, ha riguadagnato la fiducia dei propri clienti con una splendida mossa. Se l’accordo con Sky pareva effettivamente come impossibile (dato l’interesse al digitale terrestre), il dialogo è stato aperto con Perform. Rapidamente si è giunti ad una conclusione, a partire dalla prossima settimana sarà possibile accedere a tutta la Serie B e a 3 partite a weekend di Serie A (i match garantiti sono quelli del sabato sera, della domenica a mezzogiorno e del pomeriggio). Nessuna rimodulazione all’abbonamento è prevista, tutti i contenuti saranno teoricamente aggiunti gratuitamente.