snapchat-codice-sorgenteSnap Inc., la società dietro la popolare applicazione Snapchat ha inviato una richiesta di rimozione di un sito web utilizzato per raccogliere gli archivi informatici dopo che il codice sorgente del social network è trapelato online. Un episodio increscioso che ha esposto informazioni aziendali riservate.

Venerdì scorso, il repository Github di Microsoft ha ricevuto una richiesta urgente da un utente chiamato i5xx, presumibilmente un hacker, che ha pubblicato il codice per quella che apparentemente era la versione Snapchat per iOS e, successivamente, ha denunciato l’accaduto, senza citare la fonte della perdita di informazioni.

 

Di cosa si tratta esattamente

Per coloro che non hanno familiarità con l’argomento, il codice sorgente di solito non è reso pubblico, almeno nel caso di società centralizzate, perché è il componente di base del design di un’applicazione. L’utente che ha segnalato il fatto ha continuato affermando nella sua pubblicazione:

Apprezzeremmo che prendessi tutto (…) Sto scrivendo in Snap Inc., proprietario del codice sorgente filtrato.

Successivamente, una richiesta di rimozione del codice sorgente è stata archiviata da Snapchat ai sensi del DMCA (United States Copyright Protection Act).

Leggi anche:  Facebook: a rischio i dati degli utenti, nuovo attacco hacker per tutti

Ora, uno dei repository di Github che ha ospitato il codice Snapchat, mostra il messaggio “Abbiamo disabilitato l’accesso pubblico al repository“. Da parte sua, Github non ripristinerà il codice sorgente di Snapchat, a meno che l’annuncio originale non contenga una domanda convenzionale legale che provi che è il proprietario del codice sorgente.

Dopo aver investigato l’account dell’utente i5xx – che a quanto pare è residente di un villaggio pakistano chiamato Tango Bado – si è appreso che il profilo ospita un link a un sito web con il nome i5xx.store, che offre servizi di programmazione.

Lo scorso febbraio qualcosa di simile è successo con Apple, quando è trapelato il codice sorgente di iBoot, il sistema di avvio iOS, che ha motivato la società di Cupertino a fare una richiesta DMCA per eliminare queste informazioni. Finora, Snap Inc. non ha ufficialmente dichiarato l’incidente.