Con Android 9 Pie, Google ha implementato una serie di nuove funzionalità, tra cui Adaptive Battery. Questa funzione è presente grazie alla partnership tra Android e Deepmind. Consiste nella possibilità di usare una cosiddetta batteria adattiva.

Trattasi essenzialmente del prossimo tentativo di Google per conservare la batteria con device Android, consentendo a una singola carica di durare ancora più a lungo. Google ha lavorato per diversi anni al miglioramento della durata della batteria, e ha fatto molta strada. In sostanza, Adaptive Battery impara le tue abitudini e apporta modifiche dietro le quinte per migliorare la durata della rispettiva batteria del tuo dispositivo.

Sarà utilizzata l’intelligenza artificiale per apprendere come usi lo smartphone ogni giorno per rendere efficace la batteria adattiva. Che si tratti di un sonno profondo durante le parti del giorno in cui non si utilizza molto il telefono o l’eliminazione delle app che non si usano spesso, farà il possibile. Ad esempio, consideriamo se ti svegli tutti i giorni intorno alle 7:00 e controlli la tua posta elettronica, Twitter, Facebook e così via, ma non tocchi il telefono fino all’ora di pranzo. Android sa che può chiudere quelle applicazioni fino a quell’ora, risparmiando così la batteria. Il sistema lo sa perché essenzialmente tiene traccia di tutto ciò che fai. Il tuo telefono impiegherà un po’ di tempo per apprendere le tue abitudini. Ma se usi il tuo telefono allo stesso modo ogni giorno, allora sarà molto utile.

La batteria adattiva con Android Pie permette di risparmiare la carica del proprio dispositivo per farla durare a lungo

C’è un altro vantaggio nell’ottimizzare le app che non usi tutto il giorno. Infatti, ciò significa che le applicazioni che usi costantemente saranno pronte non appena prendi il telefono e lo sblocchi. Invece di dover aspettare il caricamento completo. Quindi avrai un dispositivo più veloce. Molti potrebbero credere che questo rallenti il ​​loro smartphone o la batteria, invece è il contrario. La batteria adattiva sta praticamente facendo proprio questo. Capire quali app usi frequentemente e tenere quelle app in memoria, mentre quelle che non usi spesso vengono eliminate una volta che hai finito con loro.

Leggi anche:  Android: 9 applicazioni o giochi in offerta che non devono mancare per nulla al mondo

La batteria adattiva non è il modo migliore per risparmiare la batteria su Android in questo momento, ma le aspettative ci sono. E ha senso che Google utilizzi l’intelligenza artificiale per la nuova funzione, dal momento che sta infondendo quasi ogni altro prodotto con l’intelligenza artificiale. È difficile dire quale miglioramento potresti vedere con Adaptive Battery (in realtà, Google non menziona nemmeno l’entità di un miglioramento che vedrai), e questo perché sarà diverso per tutti, in base a ciò che fai e non fai.

Android Pie è pieno di molte altre funzionalità e Adaptive Battery è solo uno dei tanti in questa nuova versione di Android. Tuttavia, è probabile che sarà una delle funzionalità più popolari, poiché le funzionalità di risparmio della batteria sono sempre piuttosto popolari. Ciò è dovuto al fatto che a molte persone non piace dover collegare il proprio telefono così tanto per ricaricarlo.