Mediaset PremiumMediaset Premium riesce, dopo lunghe trattative, a trovare finalmente un accordo con Perform per ottenere la ritrasmissione delle partite del massimo campionato di calcio e della Serie B. Gli utenti sono felici di non dover chiedere il recesso dal contratto e, sopratutto, di non dover pagare cifre aggiuntive per accedervi.

Nei primi 7 mesi del 2018, Mediaset Premium ha indubbiamente incrociato innumerevoli difficoltà dovute alla perdita dei vari diritti televisivi (di Serie A Champions League), nonché alla rinuncia all’alta definizione (causata dall’aggiunta dei canali Sky sul proprio palinsesto). I clienti, almeno inizialmente, erano spaventati dall’eventuale impossibilità di godere di sport o similari.

Mediaset Premium, tuttavia, ha sempre garantito che avrebbe lavorato duramente per offrire un palinsesto degno di nota e senza brutte sorprese per la community. La parola è stata mantenuta, il 15 luglio è finalmente giunta un’ottima notizia.

Leggi anche:  Mediaset Premium: il campionato è alle porte, il calcio non c’è ma i prezzi scendono

 

Mediaset Premium: utenti felici, finalmente una bella notizia riguardante il palinsesto aziendale

A partire dal 18 agosto, tutti i clienti potranno tornare ad accedere alla Serie A, anche se in forma ridotta. L’accordo per la ritrasmissione delle partite, per mezzo di Perform, è stato raggiunto; la prossima stagione vede l’accesso a 3 match a settimana (sabato sera, domenica a mezzogiorno e un altro), indipendentemente dalle squadre in campo.

La sorpresa inaspettata, invece, prende il nome di Serie B. Nessuno effettivamente si sarebbe mai immaginato di poter vedere sui canali di Mediaset Premium anche il campionato cadetto, in questo caso completo di ogni sua parte.

prezzi degli abbonamenti, infine, non aumenteranno dal 1 agosto. I contenuti indicati nel nostro articolo sarà usufruibili esattamente allo stesso costo mensile versato fino ad ora.