TIM

TIM tiene ai suoi clienti e per questo ha deciso di pubblicare un comunicato sul suo sito ufficiale, in cui spiega e mette al corrente gli utenti delle frodi online.

Proprio così, l’operatore nazionale ha deciso di redigere una piccola guida in cui spiega a tutti quanti che è facile cadere in una truffa, soprattutto quando si ricevono delle email con relativi link allegati, i quali una volta aperta consentono ad un virus di intrufolarsi nei computer e nei devices smart, i quali sono ricchi di dati personali come codici di sicurezza e persino email e password legate a siti o banche.

Email fraudolente: come riconoscerle

La TIM spiega, quindi, in breve come distinguere una mail legittima da una mail truffaldina. Queste ultime, contengono delle indicazioni ingannevoli come quella che segue:

“Gentile mariorossi @alice.it, ti informiamo che la fattura Tim di gennaio ….relativa alla linea 0041508793 è stata appena emessa ed è disponibile online. Si prega di scaricare il fattura attaccato. Ti ricordiamo che in MyTIM Fisso nella sezione Il mio profilo puoi richiedere di ricevere la fattura TIM esclusivamente online. Risparmierai così le spese di spedizione postale. Ti aspettiamo presto su www.tim.it. Grazie. Servizio clienti tim.it”.

Leggi anche:  Clienti Tim, Wind, Tre e Vodafone: lo smartphone Android alla guida è pericoloso

Come difendersi

Il gestore afferma che, da parte sua, i suoi clienti non vedranno mai recapitate email che spingono ad aprire link malevoli e che comunque, le sue mail saranno sempre dettagliate in tal caso, spiegando per filo e per segno l’allegato.
L’operatore ricorda, inoltre, che nelle sue comunicazioni non chiederà mai ai suoi utenti di fornire dati personali o credenziali di accesso.

Come riportato dal comunicato, si chiede di fare particolare attenzione poiché gli allegati si possono presentare anche sotto formato .zip: questi, a loro volta, contengono dei virus denominati Criptolocker o CryptoWall, i quali criptano i file del computer in modo irreversibile.