Huawei potrebbe essere la prima azienda al mondo a lanciare uno smartphone pieghevole. Secondo un rapporto pubblicato da Nikkei, il colosso cinese prevede di annunciare uno smartphone pieghevole all’inizio del prossimo anno, nell’ottica di anticipare la rivale Samsung.

Il report afferma che Huawei utilizzerà pannelli OLED pieghevoli prodotti dal fornitore cinese Beijing Oriental Electronics (BOE) per una serie limitata di smartphone che dovrebbero arrivare “molto presto, nel 2019“. BEO, che probabilmente realizzerà anche i pannelli OLED per gli iPhone del 2018, potrebbe essere un nome sconosciuto a molti; ma l’azienda ha già dimostrato di essere in grado di sviluppare pannelli OLED flessibili.

 

Huawei vuole anticipare Samsung

Il volume pianificato da Huawei potrebbe essere limitato a circa 20.000 – 30.000 unità, o anche meno” – fonte interna all’azienda. “L’obbiettivo è dimostrare la sua capacità tecnologica e attirare l’attenzione del settore, compresa una immensa copertura mediatica“.

Leggi anche:  Samsung, gli smartphone che riceveranno Android Oreo all'inizio del 2019

L’azienda cinese vuole essere la prima nel settore, anche se la tecnologia utilizzata dal suo fornitore di pannelli potrebbe essere inferiore a quella di Samsung“, dichiara l’analista di Yuanta Investment Consulting Jeff Pu. Chiaramente, Huawei vuole battere Samsung nel portare sul mercato il primo smartphone pieghevole al mondo.

Il rapporto non menziona il prezzo del prodotto, ma un analista di WitsView, Eric Chiou, ritiene che il costo non dovrebbe rappresentare un problema. Insomma, non è una questione di soldi, ma di priorità. D’altronde, Huawei, il terzo produttore di smartphone al mondo, non è l’unica azienda che prevede di rilasciare uno smartphone pieghevole in futuro: Samsung sta lavorando attivamente su questo prodotto da anni, e dovrebbe essere rilasciato all’inizio del 2019. Il dispositivo dovrebbe costare circa 2,000 dollari, e integrare un display OLED flessibile da 7,3 pollici.