Nokia Health, divisione recentemente scorporato dal colosso tecnologico finlandese e restituita al proprietario di Withings, ha registrato un aumento della frequenza cardiaca tra gli utenti francesi possessori dello smartwatch ibrido Steel HR durante la finale dei Mondiali giocata domenica 15 luglio.

La società è riuscita a convincere quasi 7.000 dei suoi clienti in Francia a partecipare allo studio durante l’evento più importante del pianeta. Lo studio ha confermato la grande tensione che ha contraddistinto i tifosi in tutto l’arco della gara. Le reti realizzate dalla Francia nel corso della partita hanno fatto aumentare i battiti medi al minuto oltre i  90. La frequenza più alta fatta registrare in seguito alla rete del 2: 1 per la Francia nei minuti finali del primo tempo, ha toccato quota 100 battiti.

La rete della Croazia ha fatto cadere in ansia i tifosi della Francia causando un significativo aumento significativo dei BPM. Il secondo gol segnato dalla Croazia non ha causato nessuna reazione significativa tra gli utenti francesi possessori dello Steel HR. Molti di loro erano già convinti che la gara fosse chiusa già al 70° minuto, rivelandosi una corretta valutazione.

Leggi anche:  HMD Global aggiorna Snake con un gameplay in realtà aumentata: come giocarci su Facebook

 

Nokia ci racconta le emozioni dei tifosi francesi durante la finale dei mondiali di Russia 2018

 

La frequenza cardiaca degli uomini è stata in media più alta di quella osservata tra le donne. Gli utenti 20enni invece si sono rivelati quelli maggiormente agitati, con il loro BPM medio che ha superato i 105. Un precedente studio condotto da Nokia Health ha inoltre rilevato che gli utenti hanno dormito mediamente di meno durante la Coppa del Mondo.

In particolare si fa riferimento a quelli al di fuori dell’Europa. La differenza di fuso orario infatti ha comportato lo svegliarsi prima o restare svegli fino a tardi per guardare la maggior parte delle gare. Dunque, possiamo affermare con un pò di ironia che la Coppa del Mondo non fa proprio bene alla salute delle persone ma fortunatamente, si svolge ogni quattro anni.