Gli scienziati hanno scoperto dodici nuove lune in orbita attorno a Giove, e ciò porta il numero totale dei satelliti naturali che circondano il gigante gassoso a 79. La ricerca ha scoperto 11 lune esterne “normali”, assieme ad una che gli scienziati hanno chiamato “stravagante”. I ricercatori, guidati di Scott S Sheppard del Carnegie Institution for Science negli Stati Uniti, avvistarono queste lune per la prima volta lo scorso anno, mentre cercavano un pianeta oltre Plutone.

Nove delle nuove lune fanno parte di uno sciame di satelliti che orbita in verso opposto e retrogrado rispetto alla rotazione di Giove; esse sono raggruppate in almeno tre distinti gruppi orbitali e si pensa siano i resti di tre corpi – una volta più grandi – che si sono disintegrati durante le collisioni con asteroidi, comete e altre lune. Le lune retrograde scoperte di recente impiegano circa due anni per orbitare attorno a Giove.

 

Giove: gli scienziati hanno scoperto dodici nuove lune

Due delle dodici lune scoperte fanno parte di un gruppo più vicino che orbita nella prograda, ossia nello stesso verso di rotazione del pianeta. Queste lune prograde interne hanno tutte una distanza orbitale e angoli di inclinazione attorno a Giove simili, e quindi si pensa che siano anch’essi frammenti di una luna più grande che si è disintegrata. Queste due lune appena scoperte impiegano poco meno di un anno per viaggiare intorno a Giove.

Leggi anche: Amazon: un team sta segretamente facendo ricerche sul cancro

Secondo gli scienziati, è possibile che gli attuali raggruppamenti lunari orbitali, avendo un senso di rotazione opposto, si siano formati nel lontano passato attraverso varie e devastanti collisioni.