Quando Chrome OS fu annunciato per la prima volta, Google dichiarò di aver progettato il sistema operativo tenendo conto di tre aspetti: velocità, semplicità e sicurezza. Ed è grazie al rispetto di questi tre principi che i Chromebook tendono ad avere anche un’eccellente durata della batteria. Con un bloatware minimo, software altamente ottimizzato e un sistema operativo che può funzionare bene su praticamente tutti i chipset, i Chromebook sono difficili da battere in quanto ad autonomia.

Ed ora Google vuole fare ancora meglio, in virtù della recente partnership con Qualcomm per l’implementazione sui proprio dispositivi del SoC Snapdragon 845, in versione leggermente potenziata.

 

Presto il primo Chromebook Snapdragon 845

Windows 10 su ARM “Always Connected PCs” è la versione di Windows 10 progettata appositamente per funzionare sulla piattaforma mobile Qualcomm Snapdragon, ma non ha avuto il successo sperato. Chrome OS, dovrebbe fare meglio, soprattutto grazie alle numerose partnership stipulate da Google con i vari produttori.

Leggi anche:  Samsung presenta il SoC dei Galaxy S10 chiamato Exynos 9820

Recentemente, i ragazzi di XDA hanno portato alla luce le prove di un Chromebook Snapdragon 845 dal nome in codice “cheza“; trattasi del primo dispositivo Snapdragon 845 basato su Chrome OS. Un 2 in 1 con supporto alle eSIM, Project Fi, memorie UFS e stilo integrata.

Questo 2 in 1 è molto interessante, ma purtroppo non ci è dato sapere quando verrà presentato. Secondo un recente commit, tuttavia, sappiamo che è attualmente in fase di prototipazione, e sbbene queste informazioni non ci forniscano una cronologia esatta sull’eventuale rilascio del dispositivo, è molto probabile avvenga nel corso dei prossimi mesi.