Unicredit

Gravi truffe nei confronti dei poveri consumatori con un conto aperto nelle più famose banche italiane. Le segnalazioni degli ultimi giorni parlano di attacchi phishing tramite messaggi di posta elettronica, con gravi problemi e rischi di furti di dati sensibili, nonché di veri e propri conti letteralmente svuotati di ogni centesimo.

Internet è indubbiamente una delle più grandi innovazioni dello scorso secolo, peccato che, in alcune situazioni, non venga utilizzato nel miglior modo possibile. I pericoli a cui ogni utente è quotidianamente sottoposto sono davvero moltissimi (come l’ultima problematica relativa alla rete 4G), per evitare di incorrere in problematiche di ogni tipo è necessario prestare la massima attenzione.

Con i nostri articoli, TecnoAndroid cerca di sensibilizzarvi sull’argomento, onde evitare che possiate cadere in tentazione e trovarvi in difficoltà. Secondo alcune recenti segnalazioni, moltissimi consumatori hanno iniziato a ricevere messaggi di posta elettronica apparentemente inviati dal proprio istituto di credito.

 

Unicredit, BNL e Intesa Sanpaolo: gli utenti sono in grave pericolo

Il corpo del messaggio è all’incirca sempre lo stesso. “Un problema ha colpito il conto corrente” o è stato effettuato un tentativo di accesso da un altro computer, per questo motivo è richiesta la modifica della password, premendo il link inserito”. Niente di più falso sbagliato.

Leggi anche:  Truffe online: la rubrica aggiornata con i numeri dei truffatori segnalati su Tellows

Come ampiamente raccontato, nessun istituto di credito invierà messaggi di posta elettronica con annesso link tramite il quale modificare la password. Le varie Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL sono loro stesse vittime di malfattori senza scrupoli.

La prima cosa da fare è segnalare la ricezione del messaggio direttamente alla banca e, successivamente, cancellarlo in via definitiva. Non cliccate il link inserito e non inserite alcun dato personale. La mail potrebbe apparire come ufficiale, data la presenza di loghi e quant’altro, ma è tutta una truffa. Non fidatevi, rischiate di perdere i dati sensibili e, nei casi più estremi, anche tutto il credito del conto corrente. Se avete dubbi, aprite il browser e digitate personalmente l’indirizzo nella barra; a questo punto, collegatevi e, eventualmente, richiedete la modifica della password.