Samsung starebbe sviluppando batterie curve per il suo prossimo smartphone pieghevole, che probabilmente prenderà il nome di Samsung Galaxy X. Secondo quanto dichiarato dai colleghi coreani ITHome, la coreana inizierà a produrre batterie flessibili quest’anno. Le nuove unità dovrebbero avere una capienza compresa tra 3.000 mAh e 6.000 mAh.

Samsung SDI, il braccio della società che produce batterie, starebbe lavorando su questo tipo di tecnologia dal 2014; tra l’altro, la società ha già presentato un prototipo di batteria flessibile con una capacità di 210 mAh. Ora, però, Samsung è riuscita a creare batterie pieghevoli da 3000mAh e oltre: un progresso non indifferente.

 

Samsung Galaxy X avrà una batteria flessibile

Il Galaxy X dovrebbe essere dotato di due display da 3,5 pollici che, uniti, formerebbero un pannello da ben 7 pollici. Il retro dovrebbe essere caratterizzato anch’esso da un display con diagonale di 3,5 pollici in modo da poter fruire dei propri contenuti multimediali anche se il device è chiuso. Si ritiene inoltre che Samsung non produrrà in serie il dispositivo, ma realizzerà un piccolo lotto per scopi di prova.

Leggi anche:  Samsung conquista i suoi clienti: chi acquista un Note 9 riceve una MicroSD fino a 512GB

Potrebbe interessarti: Oppo Find X potrebbe avere il medesimo display di Samsung Galaxy S9

Si prevede che il colosso della Corea del Sud lanci il Galaxy X a fine febbraio o inizio marzo 2019, sebbene la società non abbia ancora confermato la data di uscita. La produzione dovrebbe partire a novembre di quest’anno, prima della presentazione ufficiale al MWC 2018. Secondo un recente rapporto di ET News, Samsung ha già costruito una linea pilota presso la sua unità di produzione OLED in Corea, dove inizierà a produrre display flessibili.