tecnologia invisibilitàSpectral Cloaking è il nome di una tecnologia brevettata e sperimentata in Canada da un gruppo di ricercatori che ha dimostrato come rendere invisibile un oggetto in condizioni di normale illuminazione.

Secondo il report, sarebbe possibile occultare qualsiasi cosa anche se esposta alla luce del sole. Qualcosa di completamente diverso rispetto a quanto visto finora per le fonti di illuminazione specifiche. I presupposti sono troppo interessanti.

 

Presto la tecnologia ci renderà invisibili

Il colore non è altro che la manifestazione visibile di una frequenza prelevata da uno spettro di segnali. Tali frequenze, rimbalzando su una superficie, vengono catturate dal nostro occhio che li traduce in segnale luminoso. Le radiazioni che si diffondono sulla superficie dell’oggetto possono essere deviate in modo tale da nascondere gli oggetti rendendoli invisibili. La tecnologia made in Canada fa molto di più.

Il team di ricerca, infatti, prevede l’uso di appositi filtri che trasferiscono l’energia di una data frequenza che andrebbe a rimbalzare ad una frequenza che viene invece attraversata. Pertanto, il corpo viene investito da tutto lo spettro senza perdere energia, mentre un secondo filtro a valle ripristina lo stato energetico alla frequenza originaria. In tal modo si crea l’illusione dell’invisibilità. Ma resta un problema.

Il problema di fondo, in questo caso, è quello relativo al dato direzionale della frequenza. Infatti, cambiando angolo di visuale portandolo in linea con quello della fonte luminosa siamo nuovamente in grado di vedere l’oggetto. L’obiettivo di questo ambizioso progetto è quello di annullare l’oggetto da ogni angolazione.

Utopia? Non ne siamo sicuri. I campi di applicabilità di questa nuova tecnologia potrebbero essere i più disparati. In lizza per una sua applicabilità troviamo il settore della trasmissione dati, che potrà essere reso decisamente più sicuro da sistemi che occultano le informazioni in transito tra due fasci di fibre ottiche interconnesse. I dati, almeno si spera, potranno essere invisibili e non intercettabili dagli hacker.

Che ne pensate di questo potenziale nuovo sistema? Potrebbe essere applicato anche alle reti 4G e 5G in modo tale da arginare i recenti problemi di cyber-security che ci mettono costantemente in pericolo?