Un tema scuro implementato in maniera nativa all’interno del sistema operativo è un qualcosa che gli utenti Android chiedono da anni. Google ha ascoltato tali richieste e sembra aver esaudito – parzialmente – questo desiderio. Il colosso di Mountain View ha aggiunto la feature in Android P beta 3, la terza iterazione della nuova versione Android.

In Android Oreo, coloro che utilizzano Pixel Launcher possono selezionare una impostazione che cambierà automaticamente il tema del telefono – da chiaro a scuro e viceversa – a seconda del wallpaper scelto. Se il tuo sfondo è scuro, si avrà un tema scuro, e se è chiaro, il sistema imposterà il tema bianco.

Ora, in Android P beta 3 sarà possibile impostare manualmente il tema scuro indipendentemente dal wallpaper. Basterà recarsi su Impostazioni> Display> Temi dispositivo e quindi selezionare tra le tre opzioni: automatica (basata su sfondo), chiara o scura.

Leggi anche:  Android Pie: gli smartphone si aggiornano, ecco la lista completa

 

Android P beta 3: è finalmente possibile scegliere il tema scuro

La brutta notizia (sì, ce n’è sempre una) è che questo tema non è un “vero” tema scura, in quanto altera solo alcuni aspetti di Android. La tendina delle notifiche, i riquadri per le impostazioni rapide, l’app drower e le cartelle passano tutti in modalità “oscurità”, mentre  le pagine delle impostazioni e altri elementi di Android rimarranno con il colore predefinito – bianco.

Sembra che gli utenti che desiderano un tema scuro “coperta” in Android P debbano optare per le ROM personalizzate e ad altre modifiche non ufficiali. Tuttavia, questa svolta è un buon inizio e chissà che Google non decida di estenderla al tutto il sistema operativo con Android P 9.1.