Android P è stato annunciato da Google a marzo. Da allora, abbiamo assistito al rilascio di Android P DP2 – che è stato il primo Android P beta – seguito dal rilascio di Android P DP3, noto anche come Android P Beta 2. Quest’anno, Google sta seguendo un nuovo sistema di sviluppo.

In particolare, lo scorso anno, le versioni beta del robottino verde erano limitate ai soli dispositivi Google; quest’anno, invece, Mountain View ha reso disponibile Android P beta anche a dispositivi di terze parti.

L’elenco dei dispositivi di terze parti che hanno ricevuto Android P beta include OnePlus 6, Essential Phone, Oppo R15 Pro, Vivo X21, Nokia 7 Plus e Sony Xperia XZ2; una Closed Android P beta è anche disponibile anche per Nokia 7, Nokia 6 .1 e Nokia 8 Sirocco, ma solo in Cina. A questi OEM si aggiunge ora anche Motorola.

 

Motorola Moto Z3 Play ottiene Android P beta (closed) in Cina

Stando a quanto pubblicato da TechDroider, Google sta testando Android P beta per Motorola Moto Z3 Play; il prodotto avrebbe ricevuto una beta chiusa di Android P DP3, sebbene non esista una data precisa nella quale la società pubblicherà la versione beta del dispositivo. Inoltre, non è chiaro se Motorola e Google abbiano intenzione di portare la versione beta di Android P su altri dispositivi Motorola.

Leggi anche:  Smartphone: tante curiosità che gli utenti non conoscono

Il rapporto è stato successivamente aggiornato con nuove informazioni, in cui si afferma che Motorola sta testando la versione beta Android P chiusa in Cina, e sta pianificando di lanciare presto la beta anche per il Moto Z3 internazionale.

Motorola Moto Z3 Play è stato annunciato questo mese e si caratterizza per la presenza di un processore Qualcomm Snapdragon 636, 4 GB di RAM + 32 GB / 64 GB di spazio di archiviazione, display Full HD+ (2160 × 1080) AMOLED da 6 pollici, dual camera posteriore da 12MP + 5MP (per la profondità di campo), fotocamera frontale da 8 MP e batteria da 3000 mAh.

Il prodotto è stato lanciato con a bordo Android 8.1 Oreo. Android P beta porta molte modifiche all’interfaccia utente e nuove gesture di navigazione, ed è bello vedere come Motorola lavori per portare l’ultima versione di Android su un prodotto midrange.