Poste Italiane

Poste Italiane cade nel mirino dei cybercriminali che si appropriano del nome della società per truffare i suoi clienti. Come? Attraverso email phishing.

Nelle ultime ore, molti clienti della società del servizio postale si stanno lamentando di email false con cui vengono avvisati di bonifici inesistenti. Il rischio più grosso però, non sono i messaggi, ma i collegamenti in essi contenuti, che tramite un falso sito riescono a rubare le credenziali dei meno esperti.

Ma cos’è il Phishing e come ci si difende?

Il phishing è una truffa che viene svolta via email. Attraverso essa, sulla propria casella di posta elettronica, viene recapitato un messaggio fittizio che a primo impatto potrà sembrare legittimo ma se osservato bene, si noterà la sua falsità.

Per distinguere un messaggio vero da uno falso è importante analizzare l’oggetto dello stesso testo: difatti, società come Poste Italiane non avviserà mai i propri clienti di bonifici, movimentazioni di conto corrente o altre materie così delicate per messaggi.

Nel caso si riceva un messaggio del genere e si rimanga colpiti da un dubbio, sarà sufficiente recarsi in un centro postale per risolvere il problema con tutta sicurezza.

Un’altra cosa molto importante, per non cadere vittime, è non aprire mai i collegamenti  contenuti in queste email, che seppure sembrano riportare al sito ufficiale, il realtà riportano ad un sito falsato che riproduce per filo e per segno quello del portale delle poste.