Google ha pubblicato nuove linee guida della community per i dipendenti. Le ha consegnate sotto forma di una breve lista come promemoria per il personale. Inoltre, per ribadire che i forum interni non sono un luogo per provocare i colleghi.

Le linee guida fanno riferimento in modo specifico ai “Google Values” (valori di Google), esortando i dipendenti a rispettare i colleghi, i clienti e l’opportunità stessa di discutere alcune questioni, in modo ragionevole. La mossa arriva circa un anno dopo che l’ingegnere James Damore è stato licenziato dalla società per un suo manifesto. Esso affermava che le donne sono biologicamente meno adatte per certi ruoli rispetto agli uomini.

Google ha finalmente preso una posizione contro i comportamenti scorretti spesso adottati nelle sue aziende

Le nuove linee guida sollecitano i lavoratori a fare la loro parte nel mantenere un ambiente di lavoro privo di abitudini tossiche per sé e per gli altri. Tutto in conformità con le politiche esistenti dell’azienda che danno priorità all’inclusione. Il Codice di condotta e le altre norme ufficiali di Google non consentono quindi libertà di parola senza alcune restrizioni. A causa di tale stato di cose, Google ha esplicitamente dichiarato che nessuna discussione nociva ha un posto nei consigli della società o in qualsiasi luogo di lavoro fisico. “Gli attacchi ad hominem non saranno tollerati“, si legge nelle linee guida. Infine aggiungendo che lo stesso vale per affermazioni generalizzate su gruppi particolari e “trolling”.

Google sta anche chiedendo a tutti i suoi dipendenti di scegliere con attenzione le parole da usare. Bisogna essere consapevoli che qualsiasi comunicazione sul posto di lavoro potrebbe essere condivisa e avere un impatto. Ciò vale sia se le parole si perdono sia se finiscono in un tribunale. Il juggernaut di ricerca su Internet sta ancora cercando di difendere l’inclusività, sia internamente che esternamente. Infatti, è stato esteso tale approccio anche ai prodotti e servizi. Ad esempio, recentemente attraverso l’aggiunta di etichette aziendali compatibili con la community LGBTQ per la piattaforma di Google My Business.