Vivo ha presentato la tecnologia 3D Sensing Time of Flight (TOF) al MWC Shanghai 2018. L’azienda sta promettendo un cambiamento nell’imaging, AR e nell’interazione uomo-macchina. Trattasi di una promessa piuttosto significativa.

La tecnologia TOF 3D Sensing rileva il tempo necessario – per la luce pulsata emessa – per tornare al sensore. Il fine è mappare accuratamente gli oggetti a una distanza massima di tre metri. La compagnia afferma che questa tecnologia potrebbe fare passi da gigante nel riconoscimento del viso, dei gesti e del movimento. Lo stesso vale per la fotografia in 3D e la Realtà Aumentata. Inoltre, TOF 3D Sensing offre al settore tablet prestazioni da leader, poiché acquisisce informazioni con 300.000 punti. Quindi, in teoria, supera persino Structured Light 10 volte. L’azienda crede che la sua nuova tecnologia consentirà un’applicazione molto più ampia per la tecnologia di rilevamento 3D in generale.

TOF 3D è una tecnologia innovativa proposta da Vivo che combinata all’I.A. può essere applicata in svariati modi

Tra l’altro, con molti più punti rispetto alla Structured Light Technology, potrebbe essere più utile, questo è certo. Anche se resta da vedere se sarà così rivoluzionario come Vivo prevede. La società ritiene che sopratutto con l’aiuto dell’IA, la tecnologia TOF 3D Sensing sarà ad esempio in grado di abbellire una foto da sola scansionandola qualche istante. Verranno rese disponibili anche diverse opzioni di abbigliamento grazie a questa tecnologia. Infine, sarà anche in grado di monitorare i gesti per i giochi con realtà mista (MR).

Leggi anche:  Vivo X23 è ufficiale con Snapdragon 670 e scanner di impronte in-display

Questi elencati sono solo alcuni esempi. Infatti, combinando la tecnologia TOF 3D Sensing con l’intelligenza artificiale, ci sono molte applicazioni possibili. TOF 3D Sensing Technology è parte di uno degli ultimi lanci sul mercato da parte dell’azienda. Tuttavia, non molto tempo fa l’azienda ha lanciato anche un nuovo dispositivo per la linea smartphone.