mediaset premiumMediaset Premium, negli ultimi mesi, è riuscita a perdere definitivamente la visione della Champions League, Serie A e alta definizione. Gli utenti sono tutt’altro che soddisfatti della piega presa, in milioni stanno minacciando il recesso definitivo dell’abbonamento.

Con l’inizio del 2018 in pochissimi si sarebbero immaginati di affrontare un simile mese di giugno. Mediaset Premium è di fronte ad un bivio, il periodo appena trascorso l’ha vista cadere in un baratro (a causa dell’HD) da cui, molto probabilmente, sarà davvero difficile uscire una volta per tutte.

 

Mediaset Premium: tutto lo sport è un lontano ricordo

La prossima stagione sportiva vedrà la perdita definitiva di tutte le principali competizioni sportive, la Serie A è stata acquisita dal duo Sky-Perform (anche se si spera nella ritrasmissione, pertanto non è ancora detta l’ultima parola) e la Champions League sarà interamente visibile in esclusiva sulla pay TV dell’azienda inglese. In aggiunta ad una situazione tutt’altro che piacevole, ecco arrivare un’altra brutta notizia.

Leggi anche:  Mediaset Premium, l'accordo con DAZN porta grandissimi vantaggi agli utenti

A partire dal 1 giugno tutti i canali dell’alta definizione sono stati interamente rimossi dal palinsesto di Mediaset Premium. I clienti, indipendentemente dall’abbonamento scelto, potranno vedere i canali esclusivamente in SD e non più in HD. Come se non bastasse, non essendo una modifica unilaterale del contratto, l’abbonato non ha alcun diritto di richiedere il recesso gratuito. Per questo, per abbandonare Mediaset Premium sarà necessario attendere la scadenza annuale o pagare la penale per il recesso anticipato.

I problemi sembrano non finire davvero mai. Ovviamente noi di TecnoAndroid speriamo in una rapida risalita di una delle aziende cardini del nostro paese.