WhatsApp: improvviso ritorno a pagamento, il messaggio da l'ufficialità agli utenti

WhatsApp si fa sentire sulle memorie dei nostri smartphone. Come tutti noi sappiamo, la chat occupa una grande porzione di spazio sul disco rigido di qualsiasi device. Dove più dove meno, la sola app installata può gravare dai 150 ai 250 MB.

Tutto ciò crea un problema, soprattutto ai terminali più datati con meno flessibilità: un chiaro esempio sono i device – oramai obsoleti –  con memoria da 16 GB. La questione spazio, in generale, interessa la stragrande maggioranza degli iscritti a WhatsApp.

Oggi vi forniamo alcuni spunti per risparmiare memoria attraverso lo strumento di messaggistica istantanea.

Tre soluzioni per liberare GB con WhatsApp

La prima soluzione è disattivare il download automatico di documenti. Ogni volte che sul nostro cellulare giungeranno foto e video, questi filw non saranno salvati di default. La mossa si rivela vincente soprattutto per la ricezione di video ad alta qualità.

Leggi anche:  WhatsApp: 5 cose che puoi fare con l'app che forse non conoscevi

Qualora necessitassimo di più MB, l’alternativa è eliminare le chat “pesanti”. Su WhatsApp si possono cancellare stralci di discussioni senza dipenderne il loro contenuto. Basta effettuare un semplice backup o inviare le conversazioni tramite mail.

Soluzione di sicuro successo è il ripristino dell’app. Su base periodica si deve cancellare WhatsApp dal device (sempre previa backup) per poi reinserire la piattaforma tramite nuovo download. Non si perderanno dati e l’app sarà libera da file temporanei inutili e gravosi per la memoria.