Hololens Sydney

Dal 2017 ci si aspettava che Microsoft rilasciasse una versione 2.0 del suo headset AR Hololens, ma l’azienda ha deciso di saltare i passaggi e percorrere già la strada della terza versione dei suoi occhiali a realtà aumentata. Non essendoci di fatto rivali sul campo della tecnologia AR, il team di Microsoft sta lavorando con serenità verso il perfezionamento di uno strumento eccezionale.

Nel frattempo, alcuni headset AR o a realtà mista faranno presto la loro comparsa sul mercato. Parliamo di device a firma Apple, Samsung, Magic Leap e Google: competitor che potrebbero spingere Microsoft a fare la sua mossa con Hololens Sydney.

E, soprattutto, questi nuovi Hololens sembra non costeranno cifre esorbitanti. Il nome in codice Sydney sembra essere stato svelato da un leaker all’E3 2018, scoprendo che Microsoft potrebbe essere pronto per l’uscita già nel prima trimestre del 2019.

Non sappiamo se in quella data vedrà la luce la versione definitiva di Hololens Sydney o solo un developer kit. Gli esperti tuttavia sostengono che Sydney apporterà dei cambiamenti significativi sia nel design che per la parte hardware. Il nuovo headset dovrebbe essere più leggero e confortevole per lunghe sessioni d’uso.

 

Possibili feature su Hololens Sydney

Durante il Microsoft Build 2018, l’azienda annunciò nuove funzionalità per Hololens, tra cui l’Assistente Remoto in grado di registrare promemoria e offrire video chiamate senza l’uso delle mani. Inoltre, Microsoft ha incorporato nuove funzioni e layout per renderizzare al meglio gli ambienti in 3D. In più, come già si seppe nel 2017, il processore olografico del nuovo headset sarà migliorato per ridurre il periodo di latenza, incrementare la capacità di calcolo, e per lavorare con il misterioso network Deep Neural.

Leggi anche:  Nuove offerte dodocool sui prodotti hi-tech: ecco la nostra selezione

HoloLens Sydney potrebbe anche dotarsi di un vecchio pallino di Redmond, ovvero il quasi fallito progetto Kinect. Dopo averne accantonato la produzione per Xbox One, Microsoft ha continuato a potenziare le gesture su Kinect tramite l’intelligenza artificiale di Project Azure. Combinando AI e la tecnologia di tracciamento laser su Kinect, il tracking dei movimenti potrebbe arrivare a livelli molto alti.

Previsioni sul costo di HoloLens Sydney

Secondo i rumor, il prossimo Hololens potrebbe essere un prodotto più commerciale, attestandosi su un prezzo di vendita sotto i 1000 dollari USA. Gli stessi dirigenti del progetto a Redmond hanno ammesso che Hololens 1.0 aveva un costo giustificato ma eccessivo, fuori portata per moltissime persone. I mille dollari richiesti sono una cifra più in  linea con i competitor come Magic Leap One.

Tuttavia, stiamo ancora nel campo delle speculazioni. Se è vero che un Hololens Sydney avrebbe sicuramente più appeal sul mercato a un costo contenuto, Microsoft potrebbe rilasciare comunque dei developer kit ad alto prezzo una volta che il prodotto base sarà lanciato nel Q1 2019.