Android P Developer Preview 3Android P DP3 introduce una serie di novità aggiuntive per la modalità Non disturbare. Entrando nel dettaglio si scopre che si includono ora opzioni più semplici e una notifica quando si cambia qualcosa, il che include modifiche involontarie dovute a semplici bug o interventi esterni da parte delle app di terze parti.

 

Android Developer Preview 3: ancora novità per “Non Disturbare”

Dopo aver confrontato Android P ed iOS 12 vediamo di scoprire di più sull’OS Google appena giunto alla sua Developer Preview 3. Una release che consentirà di prendere le distanze dalle attuali distribuzioni di prodotto e dagli stessi ecosistemi antagonisti di stampo Apple.

In ultima analisi, è balzata agli onori della cronaca la modifica delle funzionalità Non Disturbare che si semplificano ulteriormente a vantaggio di un sistema che si migliora portando a solo due livelli di interruzione visiva per le notifiche: attiva o disattiva. Nel menu “Overflow” è sempre possibile attivare le impostazioni avanzate, ma la pagina è stata riorganizzata a vantaggio della chiarezza e della semplicità.

Ogni qualvolta vengono modificate le Impostazioni la notifica appare. Ciò accade nel caso in cui si intervenga sulle eccezioni, le modalità di disattivazione e via dicendo. Inoltre, in alcuni casi, è anche possibile che appaia un popup di conferma che mostra anche tutte le voci che sono state oggetto di modifica.