Recensione EaseUS Data Recovery Wizard

EaseUs Data Recovery

Avete mai perso dati per colpa di qualche crash di sistema, attacco di virus, per una formattazione o, semplicemente, per cancellazioni fortuite? Beh, nessun problema, perché oggi l’oggetto di questa recensione è l’app EaseUS Data Recovery Wizard. Compatibile sia su Windows che su Mac, questo software effettua il recupero dati per voi con pochi semplici passaggi.

Come recuperare i dati con EaseUS

 

EaseUs Data Recovery

Quando lanciate il software, vi si aprirà innanzitutto l’interfaccia delle vostre risorse del computer per scegliere dove recuperare i file. Una volta scelta, il passo successivo è la scansione automatica che sono stati persi. I risultati possono essere filtrati tramite una barra posta subito al di sotto del progresso della scansione. Potremo valutare i dati pronti al recupero selezionando anche solo un tipo di estensione.

Se cerchiamo delle foto, in basso a sinistra sarà possibile utilizzare il riconoscitore d’immagine. Con questo strumento aggiuntivo potremo filtrare solo le immagini che contengono persone, edifici, animali etc.

EaseUs Data Recovery

Il processo di scansione mostra i dati man mano che vengono trovati dal software, visibili nella colonna sinistra e organizzati in cartelle nella root di sistema. Se invece volete un dato specifico, potete cercare nella barra a destra quello che vi interessa. Il processo di scansione potrebbe impiegare molto tempo a completarsi. Quindi, se avete già individuato il file che volete recuperare, potete stoppare la scansione e procedere. Prima di farlo, meglio salvare la scansione per una prossima ricerca, cliccando sull’icona in alto con “rettangolo e freccia”, e tale ripartirà dal punto in cui vi siete fermati.

Come salvare il file recuperato

EaseUs Data Recovery

Il recupero si avvia cliccando sul tasto arancione corrispondente in basso a destra. A volte, se il file che avete trovato sembra corrotto, ciò succede quando fermate la scansione in anticipo. A questo punto meglio rimetterla in play e aspettare. Tornando al salvataggio, EaseUS Data Recovery vi chiede di fare attenzione a un singolo passaggio. Il file recuperato non va messo nella stessa cartella di origine, altrimenti si incorre in errori. Evitato questo pericolo, potrete godervi il vostro file recuperato.

Leggi anche:  Recensione Pocophone F1: il medio gamma travestito da top di gamma

Per qualsiasi dubbio o altro potete consultare alcuni dei link seguenti per leggere delle guide redatte proprio dal produttore:

Conclusioni

Questo software è utilissimo nella sua funzionalità e non possiamo che essere contenti del suo rendimento. Per il download di EaseUS Data Recovery vi rimandiamo al link diretto al sito. Potrete trovare le diverse versioni del software e provarlo gratuitamente. Le versioni premium offrono molti più servizi e possiamo scegliere due varianti: EaseUS Pro o EaseUS Pro+Bootable Media. Quest’ultima offre in più la possibilità di salvare un disco di boot nel caso abbiate fatto degli errori e vogliate rimediare.

I prezzi sono abbordabili: partono dai 66 fino ai 95 euro circa per Windows, mentre si sale da 85 fino ai 104 euro per chi ha un Mac. Se non siete convinti di spendere tale cifra, sappiate che in un centro specializzato vi costerà molto, ma molto di più.

EaseUS Data Recovery Wizard

da 66 a 104 euro circa
8.6

Prezzo

8.0/10

Funzioni del software

9.0/10

Curva di apprendimento

9.0/10

Rendimento

9.0/10

Interfaccia

8.0/10

Pro

  • Strumento intuitivo e potente
  • UI identica a quella di sistema
  • Utili filtri di scansione
  • Prezzo accettabile

Contro

  • Versione freeware limitata
  • Versioni Pro a licenza singola