Google Play Store: una nuova tecnica imbroglia gli utenti alle prese con il downloadNelle ultime settimane, una nuova tendenza si è diffusa attraverso il Play Store di Google per consentire agli utenti di installare applicazioni dannose o potenzialmente indesiderate sui loro dispositivi.

 

Una nuova tendenza molto pericolosa

Recentemente, quindi, si è sviluppata una nuova tendenza nel Play Store, a causa della quale il nome dei programmatori cambia per corrispondere al numero di download. Questa misura ha lo scopo di indurre gli utenti più disattenti a credere che una determinata applicazione sia più popolare di quanto non sia in realtà.

Ad esempio, anziché il nome della società di sviluppo responsabile dell’applicazione, ad esempio “Facebook”, la designazione di un falso numero di download – come “+100.000 download”, porta l’utente ignaro a fidarsi in misura maggiore rispetto ad un’app analoga ma con download minori.

Questa pratica aggira anche i sistemi di sicurezza del Play Store, in quanto questi sono destinati al contenuto delle applicazioni stesse piuttosto che al nome assegnato al programmatore. Tuttavia, potrebbe essere sufficiente per un’applicazione essere considerata “legittima”, ma celare fini più negativi.

Leggi anche:  Google elimina dal Play Store tutte le app di cryptomining: quali rimuovere subito

Leggi anche: Google Play Store: 14 app a pagamento ora gratuite da non perdere

La maggior parte degli utenti ritiene che un’applicazione con un numero elevato di download sia più legittima di un’altra con un valore inferiore, quando questo potrebbe non essere sempre veritiero. In passato, ci sono state situazioni di app con alti valori di download, ma che nascondevano attività dannose.

Come sempre, si consiglia agli utenti di verificare l’applicazione che stanno scaricando prima di installarla. Ciò include termini sospetti o informazioni rubate da altre popolari applicazioni in-store.