Qualcomm Snapdragon XR1

Come riportato dal popolare sito Bloomberg, Qualcomm sta per svelare il nuovo chipset Snapdragon XR1 dedicato agli headset standalone per la realtà virtuale e aumentata. Una mossa per esplorare settori del marketing oltre al mercato degli smartphone, ormai molto competitivo anche nella produzione di SoC.

L’annuncio potrebbe essere dato durante l’Augmented World Expo che andrà di scena a Santa Clara in California. Le fonti rimangono anonime, ma sostengono che XR1 sarà un SoC con un’unità processuale principale, una GPU, funzioni di sicurezza e componenti creati appositamente per soddisfare le richieste della AI. Il chipset sarà in grado anche di supportare il controllo vocale e i movimenti della testa.

 

Cosa cambierà con Snapdragon XR1

Snapdragon XR1 renderà più facile per i produttori hardware lo sviluppo di headset più economici, potenti e meno energivori. Solo recentemente, gli headset VR e AR hanno virato il loro sviluppo sulle versioni standalone piuttosto che su dispositivi legati a dei device di supporto. Facebook ha lanciato Oculus Go con un chip Qualcomm preso in prestito dagli smartphone, e Google si è mosso nella stessa direzione.

Gli headset attuali però non hanno una durata della batteria che va oltre le due ore, per questo Snapdragon XR1 potrebbe rivoluzionare l’autonomia di tali device. Ma Qualcomm non è il primo produttore di processori a lanciare un chipset dedicato. Bloomberg sostiene infatti che anche Apple ne stia sviluppando uno per degli occhiali AR dati in uscita nel 2020. Forse anche i colossi dell’informatica Intel e Nvidia stanno lavorando in gran segreto a questa tecnologia.

Qualcomm non ha rilasciato alcun commento, per ora. Se però Snapdragon XR1 diventerà presto realtà, i produttori di hardware nel campo degli headset AR e VR faranno la fila per creare partnership con Qualcomm.