Norton Cyber Security Insights Report

Norton ha pubblicato il Norton Cyber Security Insights Report, una ricerca online che svela come i genitori italiani sono a conoscenza dei numerosi rischi che presenta la rete e sono consapevoli che i propri figli non sono sufficientemente tutelati dai rischi. Nonostante questo, un genitore su 17 non intraprende alcuna azione per proteggerli e potrebbe non essere preparato ad affrontare le conseguenze.

LEGGI ANCHE: Samsung lancia l’allarme ignoranza da smartphone: pochi sono consapevoli dei virus

I risultati rivelano che l’86% dei genitori ritiene che sia pericoloso consentire ai propri figli di utilizzare computer e smartphone senza supervisione ma queste preoccupazioni non sempre si traducono in azioni concrete. Ida Setti, Head of Norton Southern Europe Norton ha dichiarato: “stiamo entrando in acque ancora non totalmente esplorate quando parliamo dei genitori di oggi e di come si interfacciano con le tematiche di Cybersecurity.

La tecnologia ha ridisegnato il modo in cui i nostri figli crescono e sta modificando le linee guida tradizionali dell’essere genitori. Le famiglie navigano in un mondo in cui le discussioni sul tempo passato davanti allo schermo sono importanti tanto quanto le discussioni sull’orario in cui andare a dormire. Nel mondo digitale di oggi, i genitori stanno cercando di capire come preparare, proteggere e responsabilizzare i propri figli“.

I temi e le preoccupazioni principali riguardano il rischio di cyberbullismo, la condivisione eccessiva di informazioni personali con estranei, il download di programmi e applicazioni dannose, farsi convincere ad incontrare persone conosciute in rete o pubblicare contenuti online di cui ci si potrebbe pentire. È per questo che Norton suggerisce otto semplici punti che i genitori possono prendere in considerazione per proteggere i propri figli.

 

Norton, i consigli ai genitori italiani per seguire e proteggere i propri figli online

  1. Stabilisci le regole e le line guida della casa: queste possono includere dei limiti per il tempo che i figli possono trascorrere davanti allo schermo, per il tipo di contenuto al quale possono avere accesso o per il tono appropriato da usare online. Le regole dovrebbero variare in base all’età dei ragazzi, alla loro maturità e alla capacità di comprendere i rischi.
  2. Incoraggiate i vostri figli ad accedere in rete quando si trovano negli spazi condivisi della casa: è necessario trovare il giusto equilibrio per far sì che i ragazzi non abbiano la sensazione di essere costantemente controllati e non sentano di doversi nascondere per andare online. In questo modo i vostri figli sapranno di potersi rivolgere a voi in qualsiasi momento, se confusi, spaventati o preoccupati.
  3. Incoraggiate e mantenete un dialogo aperto e continuo con i vostri figli sull’utilizzo di Internet e su quello che può succedere, compreso il cyberbullismo.
  4. Incoraggia i tuoi figli a pensare prima di fare click: che stiano guardando siti di video online, che ricevano un link sconosciuto in una e-mail o che semplicemente navigano sul Web, ricordate sempre ai vostri ragazzi di non fare click su link che possono portarli a siti pericolosi o inappropriati.
  5. Fate attenzione ai contenuti dannosi: dai siti web alle applicazioni, dai giochi alle community online, i vostri figli hanno accesso a molti contenuti che possono influenzarli sia positivamente che negativamente.
  6. Parlate dei rischi di postare e condividere informazioni private, video e foto, soprattutto sui social media.
  7. Siate un modello da seguire. I figli sono soliti imitare i comportamenti dei loro genitori e degli adulti.
  8. Utilizzate sistemi affidabili per proteggere i vostri figli e i loro dispositivi da siti dannosi, virus, tentativi di truffa e altre minacce online. Uno di questo è proprio Norton Security.