C’è una nuova estensione di Google Chrome chiamata FacePause, creata dallo sviluppatore Mattias Hemmingsson. Essa mostra come l’API di rilevamento del volto di Google può essere utilizzata per mettere in pausa i video di YouTube se un utente guarda lontano dal proprio schermo.

L’API è presente da Chrome 56 e utilizza la webcam di un utente per determinare se si è rivolti verso lo schermo. La funzione, ancora sperimentale, non ha visto molti utilizzi da parte degli sviluppatori. Invece di percepire la sua creazione come utile, tuttavia, Hemmingsson ha detto che voleva mostrare un possibile uso dell’API attraverso la sperimentazione, non che sia l’unico utilizzo. Inoltre, se funziona bene dipende in parte dalla qualità dell’illuminazione e altri fattori simili.

 

Chrome sa se ti distrai durante la visione di un video su Youtube e lo blocca al posto tuo tramite FacePause

Oltre a non lavorare bene in circostanze meno illuminate, gli utenti dovranno anche abilitare una delle numerose impostazioni di “flag” sperimentali di Chrome per iniziare. Ciò può essere fatto navigando nel menu delle impostazioni nascoste a “chrome: // flags” e quindi eseguendo una ricerca per “Funzionalità di piattaforma Web sperimentale”. Ciò dovrebbe spostare l’utente verso il basso nell’elenco delle impostazioni sperimentali disponibili ed evidenziare la funzione. Scegliendo l’opzione “abilita” dal menu a discesa a destra e riavviando Chrome si avvierà la funzionalità appena descritta.

Leggi anche:  Google chiude Google+: un bug vecchio di 3 anni ha messo a repentaglio la nostra privacy

Quindi, dopo aver abilitato l’estensione tramite il menu Chrome, nell’opzione “Altri strumenti”, la funzione dovrebbe essere completamente abilitata. Se la stanza in cui si trova un utente è abbastanza luminosa, il browser dovrebbe essere in grado di rilevare la faccia e mettere in pausa i video di YouTube. L’automazione è, una novità, tuttavia. Quindi gli utenti non dovrebbero aspettarsi la perfezione. Come sempre, è necessario mantenere la vigilanza durante l’installazione di Estensioni per Google Chrome. In alcuni casi non è raro che siano presenti spyware o malware. In effetti, è stato un problema crescente che è stato in gran parte non affrontato negli ultimi anni, anche se non sembrano esserci problemi con FacePause.