Twitter tenterà di migliorare la trasparenza elettorale durante i prossimi midterms negli Stati Uniti con badge digitali allegati alla maggior parte dei profili appartenenti a un candidato alla Camera, al Senato o alla carica di governatore dello stato.

Il gigante dei social media di San Francisco, in California, afferma che la mossa dovrebbe migliorare l’esperienza complessiva di rimanere aggiornati con i midterms. Tutto ciò facilitando il processo di tracciamento delle fonti online e l’identificazione di informazioni accurate. I prossimi badge faranno parte di una funzione più ampia cui Twitter si riferisce semplicemente con “etichette” (labels). L’idea è fornire a tutti gli utenti un modo semplice per imparare di più su ogni particolare candidato. Tra le altre cose, le etichette rivelano l’ufficio di un candidato e il loro numero di distretto (se applicabile). Mentre il badge che identifica le loro aspirazioni politiche verrà visualizzato sotto forma di un’icona dell’edificio governativo. L’etichetta sarà allegata ad ogni elemento di Twitter di un candidato. Inoltre, apparirà nelle finestre di Twitter incorporate in altri siti web.

 

Twitter faciliterà la trasparenza durante le prossime elezioni introducendo dei badge digitali nei vari profili dei candidati

Gli identificatori appena annunciati della società inizieranno a comparire accanto ai profili dei candidati che si sono precedentemente qualificati per il ballottaggio elettorale generale. Ovviamente, trattasi di candidati che hanno dato a Twitter il permesso. Man mano che più candidati soddisfano i requisiti elettorali di metà mandato per partecipare all’iniziativa di trasparenza, i loro profili saranno aggiornati con i badge.

Al momento non è chiaro se la piattaforma di microblogging stia progettando di utilizzare etichette politiche per contribuire a migliorare la trasparenza digitale di altre elezioni in tutto il mondo. La società ha suggerito che la sua prossima caratteristica è solo la prima di numerose aggiunte. Queste modifiche sono volte a preservare il processo democratico degli Stati Uniti. Però, non è detto che solo gli USA godranno di tale novità.