Gli aumenti di prezzo non sono soltanto un problema degli utenti Vodafone. Dopo quanto annunciato dal provider britannico (proprio oggi sono scattati i nuovi rincari), anche TIM si rende protagonista. L’annuncio di nuove stangate per alcuni già clienti del brand italiano è di recente data. Proprio come le modifiche contrattuali di aprile, anche questa tornata di aumenti è stata giustificata con le rinnovate condizioni di mercato.

 

TIM, da luglio 2,50 euro in più su alcuni contratti

L’aumento di prezzo sarà di 2,50 euro ogni trenta giorni per chi ha sottoscritto in passato uno dei seguenti piani di TIM: Voce Senza Limiti, Tutto Senza Limiti, Tutto, Tutto Voce,Smart, Smart, Internet Senza Limiti.

La rabbia dei clienti è scoppiata feroce e non si è fatta attendere: basta farsi un giro sui social del gruppo per scoprire voci di dissenso e di disappunto. Per chi sarà colpito dai rincari, ci sarà la possibilità di recedere gratuitamente dal contratto entro un lasso di tempo senza ricevere ulteriori penali. Con molta probabilità TIM porterà in dote a tale fascia di utenti una dotazione di traffico extra per la connessione internet o per le chiamate.

Leggi anche:  Passa a TIM: offerta shock con 200 giga in 4G per un anno disponibile da oggi

Insieme alle cattive notizie, ce ne sono delle buone. Sempre dal prossimo luglio arriverà un piccolo sconto mensile di un euro ogni trenta giorni per chi è abbonato ai seguenti piani per la telefonia fissaTuttofibra, Tuttofibra Plus ed Internetfibra.