trucchi per velocizzare smartphone androidSe il tuo smartphone Android è lento e somiglia più ad una tartaruga di terra che ad un androide dotato di capacità fuori dal comune allora è tempo di prendere in seria considerazione i nostri consigli e tutta una serie di trucchi che, a breve, consentiranno di mettere il turbo al sistema velocizzando la connessione Internet e l’intero OS.

 

Smartphone Android a tutta birra con questi trucchi

Dopo i trucchi per non danneggiare la batteria del telefono entriamo più in profondità all’interno del sistema, intervenendo in maniera mirata con una serie di Tricks di cui forse avete fin oggi ignorato l’esistenza. Si tratta di consigli sempreverdi che valgono per qualsiasi tipologia di telefono equipaggiato con l’OS Google. Segui questi punti e vedrai come il tuo smartphone ringrazierà.

 

Overclock

L’overclock consente di ottenere risultati soddisfacenti. Seppur non possiamo spingere il sistema oltre una certa soglia, come avviene invece in ambito Desktop dove la presenza di opportuni sistemi di dissipazione maggiorati del calore consentono maggior margine, si potrà apprezzare un incremento notevole della velocità.

Ovviamente vi sono alcune cose da prendere in considerazione. Come prima cosa occorre che il vostro telefono sia sbloccato, ovvero ottenga i permessi di root. In seconda analisi si deve considerare che più frequenza vuol dire automaticamente meno batteria a disposizione, e dunque meno autonomia. Consci di questi requisiti e delle informazioni necessarie prima di procedere, vediamo come fare.

 

Modding

Una volta ottenuti i permessi di accesso privilegiato ci affidiamo ad una Custom ROM, ossia una versione modificata del sistema operativo che consenta di aumentare le frequenze ed introdurre nuove funzioni di controllo avanzato sul sistema.

Lanciamo una ricerca in rete per una ROM compatibile con il nostro telefono e seguiamo le procedure descrittive indicate in calce. Una volta installata la ROM modificata possiamo intervenire minuziosamente sul sistema eliminando eventuali app inutili e servizi che si attivano fin dalla prima accensione del telefono. Servizi che, ovviamente, rallentano il telefono.

Oltre questo ci assicureremo di dare uno sprint allo smartphone Android intervenendo opportunamente sui Governor della CPU e sulla memoria, sfruttando le utility che in genere vengono proposti in Custom ROM tra le Opzioni Sviluppatore o su apposita sezione separata di menu. Attraverso questi sistemi possiamo settare opportunamente i parametri per avere più autonomia (meno velocità) o più velocità (e quindi meno autonomia).

In alternativa possiamo optare per una soluzione solo leggermente sbilanciata a favore della velocità, utilizzando anche una ROM che offra le funzioni di swap per la memoria, ovvero quel sistema che riserva una parte della memoria interna come memoria RAM. L’uso di questa funzione porta fino al 25% di prestazioni in più in caso di utilizzo di più applicazioni allo stesso tempo.

 

Velocizzare la connessione ad Internet

Se la nostra intenzione è quella di velocizzare connessione Internet smartphone Android possiamo innanzitutto affidarci ad un browser che preservi i dati, siano essi scaricati sotto connessione mobile o WiFi. Un esempio pratico di prodotti simili è il nuovo Opera Mobile Web Browser, che grazie alla sua nuova funzione di risparmio dati e compressione video offre il giusto compromesso tra velocità, funzioni ed ambiente grafico moderno.

Leggi anche:  Android compie 10 anni, ecco l'evoluzione del sistema operativo di Google

 

Fate largo, arriva l’Androide delle pulizie

Un po di pulizia non guasta mai. Mantenere programmi in memoria e servizi inutili attivi in background è il miglior modo per saturare la RAM e sprecare preziose risorse di sistema. Per ottenere un’esperienza Android ancora più intuitiva ed immediata basta organizzare al meglio il proprio sistema liberandolo da file di download obsoleti, duplicati tra i contatti, messaggi inutili e contenuti multimediali di vario genere che possono essere archiviato sul cloud o in locale su PC ed altri supporti.

 

Codici segreti Android

Google nasconde dei codici segreti nel sistema. Ormai lo sappiamo tutti. Se vogliamo effettuare una scansione diagnostica del sistema o avere tutte le informazioni sui dati del costruttore del nostro smartphone basta sfruttare una serie di codici identificativi segreti. Ma oltre questo è possibile accedere soprattutto ad una funzione di menu chiamata Opzioni Sviluppatore.

Direttamente da qui possiamo ridefinire il comportamento dell’interfaccia grafica disponendo un minor numero di animazioni. Cosa che velocizza notevolmente il sistema., seppur a scapito della personalizzazione. In questo caso basta recarsi alla voce Ridimensionamento animazione. Poniamo a 0.5x tutti i valori delle voci. Visto com’è veloce adesso?

Qui di seguito, invece, trovi alcuni codici segreti generici utili per scoprire di più sul tuo telefono e sul sistema.

 

Codici informazione

  • *#06# – codice IMEI
  • *#0*# – Menu di informazioni (non funziona su tutti gli smartphone)
  • *#*#4636#*#* – Menu di informazioni
  • *#*#34971539#*#* – Menu di informazioni sulla fotocamera
  • *#*#1111#*#* – Versione software FTA
  • *#*#1234#*#* – Version firmware e PDA
  • *#12580*369# – Informazioni su software e hardware
  • *#7465625# – Stato di blocco del dispositivo
  • *#*#232338#*#* – Mostrare l’indirizzo MAC del terminale
  • *#*#2663#*#* – Mostra versione del display touch
  • *#*#3264#*#* – Mostra versione della RAM
  • *#*#232337#*# – Mostra l’indirizzo Bluetooth dello smartphone
  • *#*#8255# *#  – Stato del servizio Google Talk
  • *#*#4986*2650468#*#* – Mostra info su dispositivo, hardware e PDA
  • *#*#1234#*#* – Mostra le info di PDA e firmware
  • *#*#2222#*#* – Mostra le info FTA
  • *#*#44336#*#* – Mostra la data del firmware e la lista dei cambiamenti
  • *#0228# – Stato della batteria
  • *#3282*727336*# – Stato utilizzo dati
  • *#03# – Numero di serie NAND
  • *2767*4387264636# – Visualizzazione codice prodotto

 

Codici backup

  • *#*#*282*663273282*255#*#* – Directory a tutti i file di backup
  • * # 8736364# – Menu degli aggiornamenti OTA

Codici test

  • *#*#197328640#*#* – Mode test
  • *#*#232339#*#* – WIFI Test
  • *#*#0842#*#* – Test di luminosità/vibrazione
  • *#*#2664#*#* – Test del display touch
  • *#*#232331#*#* – Test del Bluetooth
  • *#*#7262626#*#* – Field test
  • *#*#1472365#*#* – Test rapido del GPS
  • *#*#1575#*#* – Test completo del GPS
  • *#*#0283#*#* – Test del pacchetto loopback
  • *#*#0*#*#* – Test del display LCD
  • #*#0289#*#* – Test audio
  • *#*#0588#*#* – Test del sensore di prossimità
  • *#0782# – Test orologio
  • *#0589# – Test sensore luce

Codici configurazione

  • *#9090# – Diagnosi e configurazione
  • *#301279# – Menu di HSDPA/HSUPA
  • *#872564# – Controllo del logging USB
  • *#2263# – Selezione bande
  • **05***#  – Sblocco codice PUK dalla schermata d’emergenza

Codici sviluppatori

  • *#9900# – Mode System dump
  • ##778 (+call) – Mostra il menu EPST
  • *#273283*255*3282*# – Menu creazione dati
  • *#746# – Menu debug dump