OnePlus 6 è stato annunciato la scorsa settimana, in occasione di un evento dedicato a Londra. Il giorno dopo essere stato svelato, OnePlus ha annunciato sul proprio forum che la versione beta di Android P è disponibile per il download, così come i sorgenti del kernel. In questo senso, gli sviluppatori potranno finalmente iniziare a lavorare sul dispositivo così da portare ROM personalizzate basate su TWRP e AOSP.

OnePlus 6 è probabilmente il cellulare più veloce attualmente sul mercato. Il potenziale di questo smartphone è immenso, e siamo sicuri che non tarderanno ad arrivare custom ROM come LineageOS 15.1 o Resurrection Remix.

 

OnePlus 6 si prepara a diventare il Re del modding

Tra l’altro, TWRP ha già annunciato l’inizio dei lavori per realizzare la sua recovery custom proprio per questo OnePlus 6; il lavoro non sarà semplice, a causa delle doppie partizioni A / B per gli aggiornamenti senza interruzioni. Ma grazie alla compatibilità con Project Treble, questo scoglio non dovrebbe essere insormontabile.

Leggi anche:  OnePlus 6T in queste immagini dal vivo a poche ore dalla presentazione

OnePlus 6 è caratterizzato dalla presenza di un display da 6,28 pollici FHD+ Optic Amoled, processore Qualcomm Snapdragon 845 octa-core con 6 / 8GB di RAM LPDDR4X e fino a 256GB di storage interno di tipo UFS 2.1. La batteria, invece, ha una capienza di 3300mah. Per quanto riguarda il comparto fotografico, troviamo un sensore frontale Sony IMX 371 (16MP, f/2.0, 1.0μm) con EIS; sul retro, abbiamo un obbiettivo principale Sony IMX 519 (16MP, f/1.7, 1.22μm) con OIS ed EIS + un secondario Sony IMX 376K (20MP, f/1.7, 1.0μm).