Motorola e Lenovo hanno annunciato il rilascio di Android Oreo 8.0 per Moto Z. In particolare, il numero di modello è: Moto Z XT1650-03. Ciò significa che si potrà scaricare e installare l’aggiornamento, ottenendo l’accesso a nuove funzionalità, sicurezza e correzioni di bug.

L’aggiornamento dovrebbe includere sostanziali ottimizzazioni della batteria, l’arrivo della modalità Picture-in-Picture e miglioramenti della sicurezza per il sistema operativo. È anche possibile attivare la compilazione automatica. Mentre le informazioni sulla versione Moto riguardano anche nuove funzionalità multitasking e impostazioni migliorate per il salvataggio dei dati. L’azienda indica anche che è inclusa una migliore gestione delle notifiche. Gli utenti devono essere in grado di intervenire sulle notifiche tramite l’icona dell’app e il punto di notifica. Ciò dipenderà tuttavia dagli sviluppatori di app che implementano l’API appropriata.

 

Moto Z includerà Android Oreo 8.0 stando alle dichiarazioni di Lenovo e Motorola

Accanto a queste modifiche, l’aggiornamento include anche la patch di sicurezza Android del 1 marzo 2018. Questa patch ha introdotto correzioni per almeno 11 bug e vulnerabilità a livello critico, rendendola una gradita inclusione. Oltre a ciò, Moto ha implementato diverse correzioni di bug specifici del dispositivo e dei miglioramenti per la stabilità. Questi bug non sono stati specificati direttamente, ma è probabile che l’inclusione delle correzioni migliori l’intera esperienza per gli utenti del Moto Z.

Leggi anche:  Android P, ecco tutti gli smartphone sicuramente compatibili con l'OS Google

Poiché l’aggiornamento viene inviato via OTA, potrebbe essere necessario del tempo. Nel frattempo, gli utenti possono verificare manualmente l’aggiornamento nelle impostazioni. Sarà necessario scorrere verso il basso facendo clic su “Informazioni sul telefono”. In seguito selezionare Aggiornamenti del sistema. Gli utenti dovranno semplicemente scegliere “Download” e quindi seguire le istruzioni successive. Vale la pena sottolineare, tuttavia, che gli utenti non possono semplicemente tornare al sistema operativo precedente se si verificano problemi con la nuova versione del software. Detto questo, potrebbe essere una buona idea aspettare che l’aggiornamento arrivi organicamente.