Google A65
un possibile rendering del nuovo headset Google

Quando ben due anni fa uscì sul mercato il nuovo headset AR Microsoft HoloLens, non c’erano dei reali competitor sul mercato. Ma dei rumor molto recenti suggeriscono che Google sta lavorando su un suo headset standalone che sfrutti la realtà aumentata, chiamato A65. Non sarà molto differente dal dispositivo di Redmond e vi permetterà d’interagire con l’ambiente in “realtà mixata“. Ciò significa che gli utenti potranno muoversi nello spazio reale e vederlo contemporaneamente arricchito nel visore con immagini 3D. Questo è il concetto che sta alla base della mixed reality, potendo prendere confidenza con elementi del mondo reale e virtuale allo stesso tempo.

 

Cosa sappiamo a livello tecnico di Google A65

Google A65 userà con ogni probabilità un processore Qualcomm, magari uno della nuova serie di chip QSC sviluppati appositamente per l’Internet of Things (IoT). Tuttavia, anche il produttore taiwanese Quanta è coinvolto nello sviluppo di A65. In più, Quanta e l’azienda americana Meta stanno attualmente lavorando a un device soprannominato A66, ma non sappiamo se c’è sempre Google dietro al progetto.

Leggi anche:  Amazon potrebbe lanciare un conto corrente dedicato ai suoi clienti

Le altre specifiche hardware non sono assolutamente note, ma possiamo aspettarci varie fotocamere, microfoni, e un qualche tipo di display trasparente. L’uso di un processore basato su architettura ARM, relativamente poco energivoro, potrebbe aiutare Google a superare alcune difficoltà di autonomia d’uso riscontrate su Hololens.

L’etica del nostro lavoro c’impone di avvertirvi che Google A65 è ancora nelle primissime fasi dello sviluppo, quindi non riusciamo a svelarvi altri dettagli. Fortunatamente, però, sappiamo che sarà un prodotto con lo scopo di competere direttamente sul mercato con Microsoft Hololens, del quale ne sarà annunciata una nuova release nel 2019.

Non ci resta che stare alla finestra e aspettare nuovi rumor. Noi di Tecnoandroid staremo in guardia per voi e, se non lo avete ancora fatto, seguiteci sul canale Google News oppure tramite la nostra app ufficiale scaricabile da Play Store.