tessera-sanitaria-asp-01

 La tessera sanitaria (TS), documento personale posseduto da ogni cittadino italiano avente diritto alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) ha sostituito la tessera contenente il solo codice fiscale.

È una tessera magnetica, sulla quale sono inseriti i dati anagrafici, la scadenza del documento ed il codice fiscale. Alla ricezione, la tessera è già valida e non necessita di alcuna attivazione. Inoltre è un documento che ha valore anche per richiedere assistenza sanitaria nell’Unione Europea, secondo le normative vigenti nei singoli paesi.

 

Attraverso la TS-CNS (Tessera Sanitaria-Carta Nazionale dei Servizi) viene rappresentato il lato tecnologico della tessera sanitaria perché permette agli utenti di accedere a servizi in rete in tutta sicurezza e nel rispetto della privacy, è gratuita e i cittadini la ricevono in prossimità della scadenza della vecchia tessera sanitaria, che di norma ha validità 6 anni.

 

L’innovazione a livello visivo consiste nell’inserimento di un microchip color oro che serve a tutelare la privacy nell’utilizzo della tessera e a essere riconosciuti quando si entra in contatto attraverso il web con la Pubblica Amministrazione. Per usare la tessera come Carta Nazionale dei Servizi ed accedere ai servizi pubblici on-line, è necessaria l’attivazione presso uno degli sportelli abilitati presso la propria regione di appartenenza.

 

Tessera Sanitaria: nuove funzioni e più tecnologia

La tessera sanitaria, ha avuto maggiore importanza quando il Governo Renzi ha fatto adottare il modello 730 precompilato in quanto, le dichiarazioni dei redditi sono correlate a questa tessera poiché essa viene utilizzata per acquistare medicinali, permettendo così al Fisco di controllare le spese sostenute per gli acquisti farmaceutici che sono detraibili dalle tasse. Oltre all’acquisto dei medicinali, la tessera sanitaria viene anche utilizzata per prenotare visite ed analisi mediche anche esse detraibili dalle tasse.

 

La novità in campo delle funzioni consiste che mentre prima i dati venivano inseriti automaticamente, effettuando un controllo da parte del Fisco su quanto dichiarato attraverso scontrini e fatture associati alle singole tessere, per i dati che verranno inseriti per la dichiarazione sull’anno 2017 attraverso la tessera sanitaria potranno essere aggiornati e consultati in modo dettagliato e preciso, ed inoltre sarà  concessa la modifica per le spese sanitarie a tutti i membri della famiglia che il dichiarante ha a carico e anche quelle sui rimborsi veterinari degli amici a quattro zampe. Questa modifica, da parte del “Mistero dell’Economia”, serve per facilitare la compilazione delle spese sanitarie e veterinarie e per il controllo da parte del cittadino sulle proprie spese.

 

L’accesso, sarà disponibile mediante piattaforma online, previa attivazione presso l’Agenzia delle Entrate. Si potrà inoltrare richiesta di non inserire nei rimborsi della dichiarazione alcuni documenti e al tempo stesso si potrà sapere in anticipo a quanto ammonta la riliquidazione (somma delle prestazioni sanitarie di cui si è usufruito). Inoltre, il contribuente avrà un tasto “reset”, che gli permetterà di eliminare i dati che ha inserito e ripristinare la situazione ai dati che vi erano presenti prima di apportare modifiche. Ovviamente, ogni modifica sarà soggetta a controllo da parte del Fisco.