In molti considerano ormai il mercato dei tablet Android sostanzialmente ”morto”, con Apple dominatrice incontrastata del settore. Tuttavia, anche per la Mela Morsicata è un momento difficile, poichè – nel 2017 – le spedizioni globali di tablet sono scese attorno al 30%.

La stessa Google concorda sul fatto che i tablet con OS Android siano sempre meno considerati come opzione d’acquisto, tanto che a Mountain View hanno pensato un Chrome OS adatto a funzionare anche sui 2 in 1, e soprattutto compatibile con le app Android. E, tenendo in considerazione questa mossa, a Redmond vogliono conquistare anche la fascia dei tablet a basso costo con un Microsoft Surface economico – si parla di 400 dollari al lancio.

 

A Redmond pensano ad un Microsoft Surface economico

Il mercato dei tablet si è evoluto velocemente. Quando furono introdotti per la prima volta, i tablet Android hanno riscosso un enorme successo, ma con il tempo sono stati gradualmente sostituiti dai 2 in 1 con sistema operativo Windows 10.

Microsoft ha dettato le linee guida per la realizzazione dei 2 in 1 con il suo prodotto di punta, ovvero il Microsoft Surface. Si tratta di PC completo, in formato tablet; potenza associata a compattezza e portabilità.

Bloomberg ha rivelato che Microsoft sta pianificando una soluzione entry-level in grado di competere con il nuovo iPad di Apple. Un Microsoft Surface da 10 pollici, dotato di connettività USB Type-C; il processore, invece, sarà affidato alla solita Intel.