Apple punta in alto
Apple punta in alto

Gli ultimi trimestre per Apple non sono andati come previsto, soprattutto l’ultimo del 2017. Le vendite degli iPhone sono state più basse del solito, nonostante le feste, anche per via del costo più elevato dell’iPhone X, che si è comunque rivelato uno dei dispositivi più venduti di sempre. Anche se le previsioni non sembrano mostrare dei miglioramenti, la compagnia sembrerebbe a puntare in alto.

In totale, tra il resto di quest’anno e per tutto il 2019, Apple prevede di vendere 440 milioni di unità di iPhone. La metà, ovvero 220 milioni saranno spediti proprio in questi mesi. Le stime sono supportate anche da Wall Street che vede una nuova fase di maggior visibilità e popolarità del marchio e dell’iPhone stesso.

 

Una nuova era?

Questo nuovo slancio rafforzerà le vendite, si spera anche aumentando gli utenti attivi. La speranza è infatti che i circa 800 milioni di iPhone attivi in tutto il mondo diventino di più e non ci sia un semplice ricambio “generazionale”. Una cosa però è certa, ovvero che non nel tempo difficilmente ne perderanno troppi visto e considerato che un recente sondaggio ha mostrato un tasso di fedeltà di circa il 90%.

Leggi anche:  Apple: i nuovi iPhone non includeranno l'adattatore per il jack audio

Un’analista in particolare, Gene Munster, però afferma che dopo il 2019 ci sarà un rallentamento. Per quando fare previsioni così a lungo termine su azienda come Apple sia n po’ un azzardo, la dichiarazione non è campata in aria. Il ciclo di aggiornamento della compagnia di Apple si sta gradualmente stabilizzando e potrebbe anche aver raggiunto il suo picco.

Vedremo a settembre cosa succederà per la società anche perché vedremo arrivare ben 4 nuovi modelli, tra cui un paio di offerte premium e una economica, oltre ad uno più standard. Potremmo vedere anche una versione Plus del nuovo iPhone X.