Whatsapp blocco contattoWhatsApp Messenger offre la funzione integrata per il blocco dei contatti. Questo non è certo un mistero. Ma potrebbe essere un mistero scoprire se effettivamente un nostro “vecchio amico” o la nostra ragazza abbia definitivamente deciso di tagliarci fuori dalla sua vita. Oggi vogliamo svelare l’arcano e proporvi 4 trucchi per scoprire chi ci ha bloccato.

 

Whatsapp: come bloccare un contatto

Per bloccare un contatto Whatsapp non serve essere un utente esperto ma è sufficiente selezionare l’utente indesiderato dalla lista contatti ed accedere a Impostazioni> Altro> Blocca confermando tutto con un semplice OK. Tutto fatto, siamo a posto. Niente messaggi, né chiamate o richieste di contatto potranno essere inoltrate al vostro account. Che sollievo.

 

Whatsapp: sono stato bloccato?

Touche. Anche voi potreste essere stati bloccati finendo sulla lista nera della vostra ex- fidanzata o del vostro vecchio amico. In questo possiamo scoprire se siamo finiti nella sua Black List. Come?

 

Verifica degli accessi

Accanto al nome del contatto all’interno di una chat è possibile accedere all’indicazione dell’ultima connessione all’applicazione. Se così non fosse vi sono tre possibilità: siete stati bloccati, il vostro contatto ha deciso di non condividere questa informazione agendo dalle Impostazioni Privacy o voi stessi avete scelto la medesima opzione precludendovi così la possibilità di avere l’informazione.

Se riuscite a vedere il contatto online allora non siete stati bloccati: Non c’è modo di nasconderlo.

 

Ed ora, chi la spunta?

Un altro semplice metodo per risalire ad un blocco contatto Whatsapp è quello di inviare un messaggio. Quale modo migliore per avere informazioni? Una volta fatto basta contare le spunte. Un singolo segno sta a significare che il nostro messaggio è giunto ai server Whatsapp, due spunte che è stato ricevuto e tre spunte che è stato letto. Questo vale solo a patto che le opzioni di conferma lettura siano attiva da Impostazioni> Account> Privacy.

Ma c’è un però. In effetti l’utente che riceve il messaggio potrebbe anche averlo letto dalla tendina delle notifiche o dalla sua Lockscreen scegliendo volontariamente di ignorarvi archiviando la vostra chat. A questo punto abbiamo ancora due strade da percorrere.

Leggi anche:  WhatsApp: 2 nuove truffe rubano soldi ai clienti Tim, Vodafone, Wind e Iliad

Controllo foto profilo

Efficace. Se aggiunti in lista nera non si potrà accedere alla visualizzazione della foto profilo dei contatti in Black List. Al posto della foto profilo si avrà un’anonima icona grigia con sagoma da omino tra i contatti. Anche in questo caso potrebbe darsi che l’utente abbia deciso di non condividere la propria immagine o che l’abbia rimossa. Pertanto tentiamo l’ultima spiaggia.

 

Il nemico del mio nemico è mio amico

Entrare a far parte di un gruppo Whatsapp includendo il contatto che pensiamo ci abbia bloccato è un metodo alquanto efficace per capire se siamo usciti di scena. Non riusciamo ad aggiungerlo? Beh, mettiamoci l’anima in pace perché molto probabilmente siamo stati bloccati.

Visto che un solo indizio non fa una prova occorre sempre affidarsi congiuntamente all’analisi di tutti e quattro i parametri sopra esposti. Se avete il sentore che qualcosa non vada allora sì: potreste essere stati bloccati dal vostro contatto.

E voi siete riusciti a scoprire se avete perso un’amico o una ex che non si fida più di voi? Fateci sapere se la vostra investigazione ha dato buoni frutti.

Non perderti anche: Whatsapp si aggiorna su iOS, arriva l’update per video e gruppi