Xiaomi Cactus

Xiaomi Cactus potrebbe essere il prossimo terminale della casa cinese nella tradizione di smartphone misteriosi che sono apparsi nei benchmark di Geekbench. Tutti i produttori di solito codificano i propri device con nomi particolari, dunque non è strano scoprire un telefono chiamato Cactus. Probabilmente Xiaomi lo sta ancora sviluppando e non sappiamo se vedrà mai la luce.

A ogni modo la lista divulgata sul sito di benchmark rivela che il fantomatico Cactus sarà uno smartphone di bassa gamma. Il chipset denominato ARM MT6765 non è altro che il processore MediaTek P40 con una frequenza di clock a 2GHz. A supporto del chipset ci saranno 2GB di RAM e una versione di Android Oreo 8.1.0.

 

Che tipo di OS avrà Xiaomi Cactus?

Xiaomi Cactus

A giudicare dalle specifiche tecniche, questo smartphone dovrebbe avere un prezzo d’attacco per mercati emergenti, e dovrebbe implementare una versione Android Go perché il sistema possa girare fluido. Però c’è da considerare che Xiaomi non ha ancora mai adottato le versioni Go di Android nei suoi sistemi. Tuttavia, per uno smartphone del genere Android Go sarà la scelta migliore possibile, considerando memoria RAM e processore. Qualsiasi altro Android OS renderebbe il terminale lento in pochissimi dal suo primo utilizzo, come succede ad altri device con basse prestazioni.

In realtà, prendendo con le pinze la notizia, questo Xiaomi Cactus potrebbe anche rientrare in una possibile variante dei prossimi telefoni serie Redmi, magari chiamato Redmi 5X o 5 Lite. Ma qui stiamo entrando nel campo delle speculazioni, quindi non prendiamoci troppo sul serio. Come sempre, c’è da aspettare e, se vi annoiate, seguiteci sul nostro canale Youtube per scoprire un mondo di videorecensioni.