Google Assistant Ricerca Vocale
Strano comportamento dell’Assistente vocale di Google

Gli ingegneri di Mountain View, da qualche settimana a questa parte, hanno rilasciato sul Play Store un’app denominata Assistente Google. Ricordiamo che l’app in questione non serve ad abilitare l’assistente vocale in quanto questo è attivato lato server sull’account ed è integrato all’interno dell’app Ricerca.

Il funzionamento dell’app è più che altro quello di creare una scorciatoia che, se cliccata, avvia una conversazione con l’assistente. Installare o meno l’app quindi non comporta alcun cambiamento alle funzionalità o agli altri metodi di dialogo come il comando “Ok Google”.

 

Google sembra puntare molto sul proprio Assistente

Tuttavia alcuni utenti si sono accorti che pur non avendo installato l’app, l’icona di Assistant è apparsa all’interno del launcher. Al momento non è chiaro se si tratta di un errore o di una scelta da parte di Google e l’azienda non ha commentato l’accaduto. Infatti poco dopo, gli utenti hanno segnalato che l’icona è sparita misteriosamente, così come era apparsa.

Leggi anche:  Google Play Store: continuano gli sconti e ci sono decine di app gratuite

Possiamo ipotizzare che potrebbe trattarsi di un test di una nuova feature il cui arrivo è previsto nel corso dei prossimi mesi con i nuovi aggiornamenti. L’Assistente può essere richiamato tramite voce o tenendo premuto il tasto home a lungo, tuttavia se non si utilizza spesso, l’utente meno esperto potrebbe dimenticarlo. Ecco quindi che in questo caso una scorciatoia presente all’interno del launcher o nell’app drawer potrebbero catturare l’attenzione e portare gli utenti ad utilizzarne le funzionalità.