truffe call centerE’ fatto quotidiano che abbiamo a che fare con almeno una chiamata ricevuta da qualche call center che cerca di rifilarti sempre “la nuova offerta vantaggiosa” o per lo meno di riuscire a strappare un contratto in un periodo così di crisi e di persone sempre meno vogliose di stipulare nuovi contratti dispendiosi.

Spesso queste chiamate sono anche sgradite perché sono fatte anche in orari poco convenienti e, per la maggior parte delle volte, disturbano non solo per la fascia oraria, ma soprattutto perché ci si deve anche perder tempo a rifiutarle che fanno sicuramente perdere la calma a causa della loro monotonia.

Ultimamente la truffa che sta circolando maggiormente è la famosa “truffa del sì” la quale tutto può avere nascita con una domanda molto semplice: “Lei è il signor Mario Rossi?”

Con l’istintiva risposta affermativa ci si può trovare in guai molto grossi dato che poi qualsiasi chiamata è registrata e automaticamente queste persone non fanno altro che un lavoro di ‘editing’ della chiamata per poterla tagliare e ottenere solo il suo “Si” come se aveste accettato la loro offerta. Ovviamente la sorpresa non si farà attendere dato che qualsiasi persona ci si può trovare intestato ed a carico ovviamente l’offerta più dispendiosa senza saper praticamente nulla!

 

Truffe sopratutto da Call Center esterni

Ovviamente le loro abilità non si limitano solo a questi veri e propri giochi di parole dato che sono molto abili nella loro parlantina, nel volerti in qualsiasi modo convincere di dover accettare questa fantastica offerta che ti regala molte cose ma che alla fine l’unica cosa che ci si trova per davvero è una bolletta molto salata.

Le maggiori vittime di questa vera e propria truffa ovviamente sono le persone anziane che prese dal momento e non capendo bene le dinamiche della situazione possono incappare in situazioni ben gravose per sé e per la famiglia intera, dato che poi anche lo stesso rifiutare queste offerte “magicamente” attivate è un vero problema, che portano dietro di sé procedure ben lunghe.

In questa attuale situazione il consiglio personale è quello di non pronunciare mai “Si” quando si ha a che fare con chiamate del genere dato che la truffa è sempre dietro l’angolo, in una società che i contratti fatti con le grandi aziende delle telecomunicazioni sono sempre di meno e soprattutto con le stesse grandi case della telecomunicazioni che, causa mancanza di contratti e quindi di permanenza della stessa sul mercato, sono obbligate alla riduzione del personale.

Ma questa riduzione del personale e la ricerca quasi ossessiva dell’ennesimo contratto non significa approfittarsi delle persone e soprattutto prenderle in giro con una truffa.