Samsung è stato il principale brand di smartphone in India per molti anni. La situazione è cambiata lo scorso 2017, quando Xiaomi ha superato il colosso coreano nel Q4 diventando così il principale OEM nel subcontinente indiano.

La cinese ha mantenuto la sua posizione numero uno nel Q1 2018. Le motivazioni si questo sorpasso? Beh, i segmenti di fascia economica e di fascia media di Xiaomi offrono prodotti dall’incredibile rapporto qualità prezzo. Basti pensare a Redmi Note 4, lo smartphone più venduto di sempre in India, venduto a poco meno di 200 euro.

Ma ora la coreana è decisa a riprendersi lo scettro di primo OEM; avendo compreso che la partita di gioca sulla fascia bassa, il gigante di Seul è pronto a lanciare quattro nuovi smartphone appartenenti alla lineup Samsung Galaxy J.

 

Samsung Galaxy J: l’arma per contrastare Xiaomi

Come detto in precedenza, nella fascia medio-bassa, gli smartphone Samsung Galaxy – in termini di specifiche e rapporto prezzo / prestazioni – non sono riusciti ad essere competitivi quando la serie Redmi di Xiaomi.

Ad esempio, il Galaxy On7 Prime si è rivelato essere un semplice rebrand del Galaxy J7 Prime, lanciato nel 2016. Il Galaxy J7 Duo è stato lanciato in India ad aprile con due fotocamere ed un display HD da 5,5 pollici (1280 × 720), a un prezzo di 212 euro al cambio.

Leggi anche:  Samsung non si metterà a produrre auto: il colosso ha dichiarato che non lo farà mai

Per fare un paragone, Xiaomi Redmi Note 5 Pro offre, allo stesso prezzo, un processore Qualcomm Snapdragon 636, 4GB di RAM, dual camera posteriore, display da 6 pollici in 18: 9 ed una batteria da 4000mah. Insomma, non c’è storia.

Ora, secondo un report di IANS – per poter ritornare ad essere il primo brand in India – il colosso di Seul lancerà quattro nuovi smartphone appartenenti alla serie Samsung Galaxy J. Si ipotizza che la presentazione avvenga nel mese maggio.

Questi prodotti saranno tutti caratterizzati da un “Infinity Display“, finalmente; inoltre, per abbattere i costi di importazione, saranno realizzati in India presso lo stabilimento Samsung di Noida.

Ce la farà Samsung a riconquistare il Paese asiatico? Fateci sapere cosa ne pensate commentando l’articolo sulla nostra pagina Facebook.