Samsung Galaxy A5 2017

Samsung Galaxy A5 2017 si aggiorna ad Android 8.0 Oreo anche in Italia. La distribuzione dell’aggiornamento più atteso dai possessori dello smartphone è arrivata anche nel nostro mercato interessando tutti i modelli No-Brand e quindi privi delle personalizzazioni software degli operatori telefonici.

LEGGI ANCHE: Galaxy S9 e S9 Plus disponibili in una nuova bellissima colorazione

La notifica che segnala la disponibilità della nuova versione software, contrassegnata come A520FXXU4CRD5 e pesante oltre 1 GB, sta arrivando ai nostri connazionali dalle prime ore di questa mattina. Le novità sono le stesse di cui vi abbiamo parlato in questo articolo e nello specifico si avranno prestazioni migliori e maggiore sicurezza.

Samsung Galaxy A5 2017 sarà nettamente più veloce, sia in fase di avvio che nella gestione delle applicazioni che trarrà vantaggio da nuove regole per i processo in background che a sua volta miglioreranno l’autonomia della batteria. Il tutto incastonato in un’interfaccia utente rivista, migliorata e pensata per i bisogni dell’utente.

Samsung Galaxy A5 2017, come aggiornare ad Android 8.0 Oreo

È evidente che aggiornare non è consigliato ma quasi obbligatorio. In realtà, aspettare ancora qualche giorno potrebbe essere fondamentale per evitare possibili bug e malfunzionamenti scappati al controllo qualità di Samsung. Una possibilità che succede quando si tratta di aggiornamenti così ricchi di novità.

Leggi anche:  Fortnite: preordinando un Samsung Galaxy Note 9, si riceverà una grossa sorpresa

In ogni caso, prima di aggiornare è bene eseguire un backup completo. Gli utenti non dovranno fare altro che attendere la notifica dedicata e forzare la ricerca di nuove versioni software dal menu sugli aggiornamenti presenti nelle impostazioni. Una volta trovato l’aggiornamento basterà confermare la propria volontà a scaricarlo e installarlo.

La procedura è del tutto automatica ma chieder diversi minuti. È bene, dunque, avviarla solo a batteria carica o connessa alla rete elettrica. Gli utenti più smanettoni possono procedere all’installazione manuale del firmware, disponibile gratis a questo indirizzo, seguendo la guida che vi abbiamo riportato qualche giorno fa.