recensioni false onlineIl mondo delle recensioni online, di qualunque ambito si tratti, ha radicalmente cambiato il modo di fare acquisti nella vita quotidiana delle persone. Che si tratti dell’ultimo modello di smartphone, di una casa vacanze, di un paio di scarpe o di una ricetta, ce n’è per tutti i gusti: le “reviews” non sono più un argomento di nicchia, bensì un tema di cui è importante discutere e avere ben chiaro di cosa si stia parlando.

Essendo uno strumento così potente, le recensioni da parte degli utenti stessi sono una variabile non trascurabile anche in ambito di ricavi da parte delle aziende che mettono in vendita i loro prodotti. L’opinione altrui influisce, di riflesso, sul mercato stesso, poiché i clienti vengono condizionati a loro volta da queste opinioni e spinti di conseguenza a preferire un prodotto rispetto a un altro.

Ecco perché diventa di fondamentale importanza che tali recensioni vengano fatte con criterio, onestà, e siano il più trasparenti possibile, in modo da fornire all’utente interessato un’idea ben precisa di cosa stia andando ad acquistare.

Purtroppo, questo aspetto però non sempre è così scontato: infatti, molto spesso, i siti dedicati non pongono controlli agli utenti che recensiscono loro stessi i prodotti. E questa è una grave mancanza, infatti viene lasciata la possibilità di esporre un’opinione personale sul prodotto senza garantire che ci sia stato effettivamente un utilizzo di quest’ultimo. Solo poche piattaforme infatti permettono di lasciare un commento solo dopo aver verificato l’acquisto di un determinato prodotto o l’iscrizione a un certo servizio.

 

Recensioni online false: un grave danno per le aziende

Una tale mancanza di legislazione e controllo ha scaturito e reso necessario l’intervento dell’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato), soprattutto in seguito a una serie di segnalazioni riguardanti un sito che propone recensioni di alberghi, ristoranti, villaggi turistici e altre attrazioni.

Dopo un’attenta analisi di accertamento da parte dell’Agenzia, si era giunti alla conclusione che il portale web non fosse idoneo a fornire un tale servizio, dal momento che esso stesso aveva dichiarato di non verificare in alcun modo che ciò che scrivevano gli utenti coincidesse con l’esperienza realmente vissuta. Questa mancanza di attenzione pose le basi per un provvedimento disciplinare abbastanza severo, che però in un secondo momento, dopo che vennero colmate le lacune di cui il sito era stato accusato, è stato annullato.

Una tale vicenda fa comunque riflettere sull’importanza dell’opinione delle persone, e di quanto essa, per quanto anonima e apparentemente innocente, possa avere effetti disastrosi o, al contrario, molto efficaci, su un ambiente così delicato come quello del commercio online o del servizio di prenotazioni di attrazioni turistiche. Nonostante tutto, ognuno di noi ha il diritto di esprimere il proprio parere, sta soltanto al singolo individuo riflettere sulle conseguenze delle proprie azioni.