Apple potrebbe utilizzare gli schermi MLCD + di LG nei suoi nuovi iPhoneQuest’anno si prevede che Apple presenterà tre dispositivi. Questi verrebbero a succedere al controverso iPhone X, un terminale che ha preceduto gli schermi OLED del brand di Cupertino. Tuttavia, si sa come l’uso di questi pannelli rappresenti un costo di produzione che potrebbe influenzare l’uso dello stesso nei nuovi telefoni. Ecco perché si vocifera che, ora, Apple potrebbe tornare ai suoi fedeli pannelli LCD ma con una versione migliorata.

Secondo i rumor, la tecnologia OLED implementata da Apple per l’iPhone X non è più preferita dall’azienda. E si prevede che questo sarà uno dei cambiamenti che i nuovi modelli avranno, il cui design sarà più grande del iPhone X.

Anche se, fino a poco tempo fa, è stato detto che Apple sarebbe tornata sugli schermi LCD perché più economici, nelle ultime settimane ci sono state anche molte aspettative sugli LCD LG di nuova generazione. Quelli ora noti come MLCD.

Per questo motivo, una nuova indiscrezione suggerisce come i pannelli Full Active LCD, di LG Display, potrebbe essere la nuova tecnologia iPhone per il 2018. Questa è stata introdotta da LG nel suo nuovo modello LG G7 THINQ.

 

Le caratteristiche di Super Bright Display

Super Brigth Display è il nome dato a questa tecnologia. E’ un MLCD + e questo differisce dal display LCD, poiché si basa su quattro elementi per pixel. MLCD + incorpora un pixel aggiuntivo, ovvero quattro pixel. Questo quarto elemento è un sub-pixel bianco, che consente di aumentare la luminosità dello schermo senza aumentare il consumo di energia.

La retroilluminazione è il componente più costoso di uno schermo LCD. L’intensità dipende dal numero di pixel, poiché deve essere in grado di illuminare adeguatamente ogni pixel per mostrare l’immagine. Il pixel bianco mostra la retroilluminazione del pannello con solo uno strato di polarizzazione LCD nella parte superiore per regolare la luminosità: nessun filtro colore, dunque. I filtri colore LCD sono intrinsecamente inefficienti e bloccano l’emissione luminosa, riducendo la potenza e attenuando la luminosità massima.

Con un pixel bianco dedicato, MLCD + può disattivare il pannello di retroilluminazione e produrre comunque una luce bianca più visibile rispetto a un pannello LCD RGB tradizionale, che consente di risparmiare energia.

Ricordiamo che in precedenza si diceva che Apple potesse essere in trattative con LG per sviluppare schermi OLED per il suo nuovo iPhone. Ad ogni modo, potrebbe essere questa tecnologia, in realtà, la prossima rischiosa scommessa della mela morsicata.